I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Via ferrata Passo Santner, Catinaccio

Nova Levante Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Via ferrata Passo Santner, Catinaccio

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:30 h
  • Distanza
    3.9km
  • Dislivello
    660 m
  • Dislivello
    660 m
  • Altitudine Max
    2771 m
Escursione relativamente breve che si può allungare compiendo il giro intero intorno al Catinaccio. La salita e la discesa lungo la via ferrata richiedono passo sicuro ed esperienza per i brevi passaggi in arrampicata libera nel percorso di accesso. Per la variante di discesa, vedere l'itinerario della via ferrata.

Itinerario


Caratteristiche della via ferrata: Breve via ferrata assicurata completamente con cavi d'acciaio. Breve scala su una parete verticale. Accesso in parte lungo un sentiero su roccia esposto, brevi tratti in arrampicata libera (I e II grado). In primavera, nel canalone ghiacciato un tempo famigerato, la neve può durare a lungo. L'attraversamento sulla neve dura è perlopiù facilitato da una fune, ma si dovrebbe procedere con grande prudenza.

Accesso alla via ferrata: sopra il Rifugio Fronza si sale lungo gradini rocciosi in parte attrezzati, poi lungo il sentiero 542s si raggiunge l'attacco. Il tratto superiore conduce all'attacco superando brevi passaggi in arrampicata libera (I II grado) esposti e non attrezzati.



Particolari tecnici: via ferrata breve, completamente assicurata con cavi d'acciaio, una breve e semplice salita su scala, in primavera attraversamento di un canalone ghiacciato (perlopiù attrezzato con cavo dacciaio), il secondo tratto del percorso di accesso richiede asso luta sicurezza di passo (salita su roccia non attrezzata, brevi tratti in arrampicata, I grado).



Tipologia del percorso: 97 % cavo dacciaio, 3 % scale.



Dislivello complessivo in salita: 420 m, 2 ore. Dislivello fino all'attacco della via ferrata: 270 m, 1 ora.



Dislivello ferrata: 150 m, 1 ora.



Discesa: si ritorna lungo la via ferrata oppure attraverso la conca del Gardeccia passando dal Passo Coronelle



Esposizione: ovest.

Variante

Variante per la discesa: dal Rifugio Passo Santner poco sotto l'uscita dalla via ferrata, si raggiungono il Rifugio Re Alberto ed il rifugio Vajolet (segnavia 542s), si prosegue lungo la carrozzabile fino al bivio per il Passo Coronelle (segnavia 541). Si sale ripidamente al passo (segnavia 550) e si scende sull'altro versante sempre ripidamente al Rifugio Fronza. Si aggiungono 430 m di dislivello in salita, 1:30 ore, e 560 m di dislivello in discesa, 1:30 ore.

Inizio dell'itinerario

Malga Frommer, salita in seggiovia al Rifugio Fronza

Arrivo dell'itinerario

Specificazione

Per la variante di discesa vedere la sezione "variante" più in basso.

Parcheggio

Malga Frommer

Trasporto pubblico

Servizio pubblico da Bolzano fino al Passo Costalunga - Karerpass.

Arrivo

Attraverso la Val d'Ega fino poco sotto il Passo Costalunga, si segue la diramazione per il Passo Nigra fino alla Malga Frommer

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    Alice Filz

    Wir wurden hier im September 2011 gleich mehrfach positiv überrascht: Der Klettersteig war nicht nur in einmalig gutem Zustand, sondern auch erstaunlicherweise nicht überlaufen (an einem Samstag). Er ist sicherlich eine optimale Möglichkeit, um spektakuläre Panoramen mit einer entspannenden Tour (gefühlt nicht schwerer als B) zu kombinieren. Aufgrund der teilweise recht exponierten Lage empfiehlt es sich schwindelfrei zu sein. Auf anständige Ausrüstung (Klettersteigset, Helm, Wasser, Müsliriegel - den Rückweg über Vajolet und Tschagerjoch nicht unterschätzen!) sollte keinesfalls verzichtet werden.

  • Dummy Avatar

    Mark Schumann

    Netter Weg, guter Einstieg in die Klettersteige. An der Schneerinne ist die gefährlichste Stelle, da sollte man aufpassen und wissen was man tut. 2007 waren kurz dahinter einige Sicherungen defekt!

Mangiare & Bere

Natura

Cultura

Alla Homepage