I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

9 Die »Via dell’Amicizia«

Alto Garda
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 9 Die »Via dell’Amicizia«

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:00 h
  • Distanza
    4.5km
  • Dislivello
    1160 m
  • Dislivello
    1160 m
  • Altitudine Max
    1247 m
Che cosa sarebbe il Gardasee Sportarena senza i suoi percorsi a corda fissa? Per la prima volta si prevede che migliaia di persone attraverseranno le scogliere sopra Riva su una via ferrata, molti hanno espresso un gusto per esso, e conoscono bene anche i percorsi che fanno venire la pelle d'oca del Monte Albano o su Sarche. La "Via dell'Amicizia", 1972 in occasione del centenario della Società degli Alpinisti Tridentini (SAT) sarà presentata, naturalmente non misurato. “Vagare verticalmente” si potrebbe definire la via ferrata molto popolare, a causa della leggendaria ed eterna scala. Assoluta libertà dalla vertigini e’essenziale essere sicuri in terreni rocciosi e di avere una buona condizione. Poi la lunga salita si trasforma in piccole falesie, che non a caso ha nel nome l'abbreviazione SAT, per il puro piacere di esso. I panorami sono quasi mozzafiato sul tetto della cittadina portuale di Riva.

Itinerario

Direttamente sopra la “Gardesana Occidentale”, sull’ampio sentiero che porta al bastione (211 m), che scorre in piacevoli serpentine, un tabellone informa sulla ramificata rete di sentieri del massiccio della Rocchetta. In poco meno di ½ ora si raggiunge la rovina del castello, si ha la prima vista profonda su Riva. La strada per la Capanna Santa Barbara (560 m) offre solo viste occasionali. Poco sopra il rifugio il sentiero biforca (indicazioni): a sinistra la chiesetta di Santa Barbara, che si illumina di bianco dal ripido versante roccioso, a destra un prato da pic-nic, dove gli arrampicatori salgono (ca. 620 m). Con l’aiuto delle funi metalliche si attraversano le prime rocce a forte pendenza e si segue il sentiero fino alla prima vera sfida: la famosa scala a due rampe. È ripida fino alla piattaforma di ferro a metà altezza, poi quasi in verticale. Dopo questo arioso intermezzo, che prevede livelli di adrenalina leggermente elevati, la Ferrata torna ad essere un sentiero escursionistico che sale attraverso il pendio ricoperto di boscaglia fino alla seconda barriera rocciosa. Si tratta della più lunga fila di pioli sopra il Lago di Garda. Essa corre parallela a un incrocio sorprendente, diventa sempre più ripida e conduce infine a un tacco. Respirare profondamente! Si prosegue poi, alternando escursioni e strisciate, con emozionanti vedute su Riva, la sua baia e il profilo idiosincratico del Monte Brione. L’ultima scala (corta) parte appena sotto la cima del Cima SAT (1276 m), che – come si adatta! – una bandiera di ferro. C’è anche un po’ di ferro in discesa: una buona decina di metri molto ripidi scendono con la fune metallica in pianura. Si attraversa poi il “Sentiero Crazedei”, SAT numero 418, che scende in ciclo sino-destra attraverso il fosso della Val Mera e si conclude su una strada. Su di essa si ritorna a Riva.

Inizio dell'itinerario

Riva del Garda (70 m)

Arrivo dell'itinerario

Riva del Garda (70 m)

Parcheggio

Parcheggio sul lago, nuovo parcheggio sulla strada per Brescia.

Trasporto pubblico

linee autobus

Arrivo

Riva si raggiunge dall'autostrada del Brennero (uscite "Trento Centro" o "Rovereto Sud - Lago di Garda Nord") passando per Sarche e Arco o Nago.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage