I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

83 Ferrata degli Alleghesi (Monte Civetta, 3220 m)

Civetta
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 83 Ferrata degli Alleghesi (Monte Civetta, 3220 m)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    10:30 h
  • Distanza
    18.5km
  • Dislivello
    1810 m
  • Dislivello
    1810 m
  • Altitudine Max
    3206 m
La Ferrata degli Alleghesi è una delle più impegnative delle Dolomiti, non tanto per difficoltà d’arrampicata quanto per la posizione esposta, per l’altezza della cima e la lunga salita e discesa.

Itinerario

Avvicinamento: lungo una forestale in direzione Rifugio Coldai (segnavia 564– 556) fino alla Casera di Pioda a 1816 m (una mountainbike fin qui può essere molto utile). Proseguire sul sentiero 556 per il Rifugio A. Sonino al Coldai (2132 m). Dal rifugio seguire in direzione ovest il Sentiero Tivan (557) – tratti già attrezzati con funi – fino alla Porta del Masarè. Lì su un blocco di roccia vi è in rosso la scritta: “F.TA Alleghesi”. Seguire le frecce sulla destra. Dopo 10 minuti si arriva all’attacco.

 

Caratteristiche e dettagli tecnici: il percorso è molto impegnativo e richiede ottima tenuta di gambe. Il passaggio chiave è un canalone ripido nel primo terzo dell’itinerario, da superare grazie a numerose staffe. Sulla forcella della Punta Tissi segue un traverso a sinistra. Da qui il terreno si fa più frastagliato in un alternarsi di tratti a camminata e in arrampicata che lungo la cresta nord porta infine alla vetta (vecchi segnavia in rosso).

 

Discesa: in ca. 25 minuti dalla vetta lungo un sentiero impervio, in parte segnato e alla fine anche attrezzato, si raggiunge il Rifugio Torrani (2984 m). Proseguire la discesa lungo la Via Normale fino al Sentiero Tivan (557) e in direzione est fare ritorno al Rifugio Coldai. La Normale richiede massima concentrazione in quanto classificabile come ferrata ma non attrezzata su tutto il percorso. Attenzione a caduta massi e resti di nevato.

Inizio dell'itinerario

Pala Favera

Arrivo dell'itinerario

Pala Favera

Specificazione

Difficoltà e informazioni generali: itinerario in alta quota, molto lungo soprattutto se lo si vuol fare in una sola giornata. Salita non particolarmente impegnativa dal punto di vista tecnico. Richiede però alta capacità di tenuta e relativa concentrazione.

Parcheggio

Pala Favera

Trasporto pubblico

Arrivo

Arrivando da nord per Selva di Cadore, poi fino al Passo Staulanza proseguendo fino al punto di partenza a Pala Favera (1530 m, campeggio e impianti di risalita). Parcheggiare qui. Arrivando da sud attraverso la Val di Zoldo verso Pecol, proseguire in direzione Passo Staulanza. Pochi tornanti prima del passo si trova il parcheggio di Pala Favera.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Atlante delle Vie ferrate Alto Adige – Dolomiti – Lago di Garda

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage