I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

58 Via ferrata Pisciadù (Rifugio F. Cavazza al Pisciadù, 2585 m)

Corvara in Badia
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 58 Via ferrata Pisciadù (Rifugio F. Cavazza al Pisciadù, 2585 m)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:30 h
  • Distanza
    4.1km
  • Dislivello
    650 m
  • Dislivello
    650 m
  • Altitudine Max
    2608 m
Ferrata relativamente lunga e complessa che presuppone una buona dose di esperienza alpinistica. Dopo circa due terzi del percorso, alla cascata, si ha la possibilità di interrompere e raggiungere il rifugio per un sentiero ripido. A causa di resti di nevato la discesa lungo la Val Setus all’imbocco della gola, soprattutto a inizio estate, può presentarsi molto difficile nonostante il cavo d’acciaio. Portare con sé in ogni caso piccozza e ramponi. Tour assolutamente non adatto a principianti!

Itinerario

Avvicinamento: dal parcheggio (cartello) si cammina quasi in piano in direzione est. Salire lungo il pendio di mughi fino all’inizio di un breve gradone ripido assicurato con cavo d’acciaio e staffe di ferro (cautela: spesso bagnato!), poi proseguire a sinistra sul sentiero in direzione sud-est fino all’attacco vero e proprio.

 

Caratteristiche e dettagli tecnici: il settore inferiore della ferrata si sviluppa su un tratto inclinato mentre la parte alta è ripida con sentiero in parte esposto. Tutti i passaggi difficili sono resi meno ostici da staffe di ferro e pioli che offrono presa e appoggio. Le distanze tra un ancoraggio e l’altro del cavo d’acciaio sono brevi, cosa che in alta stagione (soprattutto in agosto) è un ulteriore fattore di sicurezza. La via ferrata Pisciadù è molto frequentata. Attenzione agli “ingorghi”!

 

Discesa: su ampio sentiero avviarsi in direzione teleferica poi, seguendo i fittoni d’ancoraggio, proseguire nella gola della Val Setus ritornando al punto di partenza su ripido sentiero detritico. 1 ½–1 ¾ ore fino al parcheggio.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio nel tornante nei pressi del Passo Gardena

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio nel tornante nei pressi del Passo Gardena

Specificazione

Difficoltà e informazioni generali: ferrata piuttosto impegnativa, completamente attrezzata con cavo d’acciaio. Numerosi gradini a pioli, staffe di ferro e una scala per superare i passaggi difficili.

Parcheggio

Grande parcheggio sito proprio su un tornante nei pressi del Passo Gardena

Trasporto pubblico

Arrivo

Attraverso la Val Gardena fino al Passo Gardena. Da qui, scendendo per breve tratto sull’altro versante, arrivare a un grande parcheggio sito proprio su un tornante (cartello: Ferrata), oppure provenire da Corvara in direzione Passo Gardena.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Atlante delle Vie ferrate Alto Adige – Dolomiti – Lago di Garda

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Mangiare & Bere

Cultura