I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

48 Via Ferrata „I magnifi ci 4“ (Maerins, quota d‘arrivo 2213 m)

Val di Fassa
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 48 Via Ferrata „I magnifi ci 4“ (Maerins, quota d‘arrivo 2213 m)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    5.9km
  • Dislivello
    610 m
  • Dislivello
    610 m
  • Altitudine Max
    2158 m
Ferrata non particolarmente lunga, ma per brevi tratti estremamente difficile ed esposta, che richiede buona tecnica di marcia e forza a non finire. Il ritorno dal punto chiave a strapiombo è estremamente difficile! Una corda aggiuntiva con moschettoni facilita l’attraversamento esposto dopo il punto chiave. La parte centrale della ferrata è in parte terreno noioso, con fastidiosi tratti di terra. Segue poi un tratto di nuovo ripido, ma meno difficile.

Itinerario

Avvicinamento: si sale brevemente lungo la strada asfaltata fino ad un ponte sul torrente. Lo si attraversa e si arriva così ad un rifugio (segnale indicatore “ferrata”). Si seguono ora i cartelli segnaletici e si sale a zig zag, a tratti molto ripidamente. In corrispondenza di un tornante, si tralascia il sentiero a sinistra (cartello segnaletico) e per tracce di sentiero di arriva faticosamente all’attacco.

 

Caratteristiche e dettagli tecnici: passaggi estremamente ripidi, fino a strapiombo, in parte facilitati da gradini artificiali. La roccia nella grande arena, nella quale si incontrano le maggiori difficoltà, è sabbiosa e, in primavera e dopo temporali, bagnata e scivolosa! La prima parte della salita è un esercizio ginnico spossante sulla corda ben tesa, la parte centrale è un attraversamento noioso, mentre alla fine si trova la bella scalata.

 

Discesa: dall’uscita, in un paio di minuti si raggiunge il Rifugio Baita Cuz, dove un cartello indica la discesa in Val di San Nicolò.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio in fondo alla Val di San Nicolò

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio in fondo alla Val di San Nicolò

Specificazione

Difficoltà e informazioni generali: probabilmente la ferrata più difficile delle Dolomiti e della zona attorno al Lago di Garda, da consigliare solo ai frequentatori di ferrate esperti e forti. Per questi, l’itinerario può diventare anche una bella escursione di mezza giornata. Ci sono comunque ferrate di gran lunga più belle nelle Dolomiti!

Parcheggio

Parcheggio in fondo alla Val di San Nicolò

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Bolzano attraverso la Val d’Ega e il Passo di Costalunga fino a Pozza di Fassa. Lì a destra svoltare nella Val di San Nicolò. Si passa oltre il Rifugio Crocifisso, al bivio ci si tiene a sinistra e si raggiunge ben presto sul lato sinistro un parcheggio (ca. 1540 m) accanto alla pista da sci.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Atlante delle Vie ferrate Alto Adige – Dolomiti – Lago di Garda

Tab per le foto e le valutazioni