I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

076 Via Ferrata del Porton (Forcella Porton, 2460 m)

Primiero e San Martino di Castrozza
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 076 Via Ferrata del Porton (Forcella Porton, 2460 m)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    8:00 h
  • Distanza
    12.3km
  • Dislivello
    430 m
  • Dislivello
    1550 m
  • Altitudine Max
    2621 m
Ferrata interessante e non troppo facile tra paesaggi selvaggi e di grande effetto. I cavi d’acciaio sono già datati e non sempre ben tesi. A fine ferrata, la Forcella del Porton, si può proseguire o a sinistra, in direzione sud, attraverso la Ferrata del Velo scendendo ancora fino al Rifugio Velo della Madonna oppure a destra salendo a Passo Stephen e, attraverso la Ferrata N. Gusella, scendere al Passo di Ball o al Rifugio Pradidali.

Itinerario

Avvicinamento: salire prima con la cabinovia poi con la funivia. Dalla stazione a monte della funivia fino al Rifugio Rosetta (2581 m), scendere e proseguire in discesa seguendo prima il sentiero n° 702 poi il n° 715, Alta Via delle Dolomiti (esposto in sicurezza), fino al Passo di Ball (2443 m). Dal Passo proseguire in direzione Rifugio Pradidali. Per l’attacco scendere al di sopra del rifugio.

 

Caratteristiche e dettagli tecnici: una delle ferrate più difficili delle Pale di San Martino. I passaggi più ripidi vengono superati grazie a molte staffe, spesso seguono lunghi traversi fino a quando finalmente si giunge a una gola selvaggia che porta all’uscita un po’ nascosta. Il terreno nella gola è abbastanza dilavato e disagevole. Cautela sul pietrame sciolto e sui blocchi instabili.

 

Discesa: dal Rifugio Velo della Madonna di ritorno a San Martino (sentiero n° 721).

Variante

Da Fiera di Primiero andare in Val Canali e proseguire fino al Rifugio Cant del Gal. Da lì salire al Rifugio Pradidali, poi fare la Ferrata del Porton e attraverso la Ferrata Velo arrivare fino al Rifugio Velo della Madonna. Discesa lungo il Sentiero Camillo Depaoli (n° 734–731), parzialmente attrezzato, fino ai Prati Fosne e ritorno al Cant del Gal (ca. 9 ore). In alternativa dal Rifugio Velo della Madonna tornare in Val Canali lungo la Ferrata Buzzati oppure il Sentiero del Cacciatore (molto lunga, ca. 10 ore complessive). 

Inizio dell'itinerario

Stazione a Monte degli impianti di risalita Colverde-Rosetta

Arrivo dell'itinerario

Stazione a Monte degli impianti di risalita Colverde-Rosetta

Specificazione

Difficoltà e informazioni generali: via ferrata in parte molto ripida ed esposta. Lungo accesso all‘attacco.

Parcheggio

Stazione a valle degli impianti di risalita Colverde-Rosetta

Trasporto pubblico

Arrivo

Arrivando da nord via Passo Rolle verso San Martino di Castrozza (1445 m), fino alla stazione a valle degli impianti di risalita Colverde-Rosetta.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Atlante delle Vie ferrate Alto Adige – Dolomiti – Lago di Garda

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Shopping

Cultura