I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

070 Traversata della Roda di Vaèl (Roda di Vaèl, 2806 m)

Val di Fassa
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 070 Traversata della Roda di Vaèl (Roda di Vaèl, 2806 m)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:15 h
  • Distanza
    6.0km
  • Dislivello
    650 m
  • Dislivello
    640 m
  • Altitudine Max
    2786 m
Escursione non particolarmente difficile che però offre un panorama stupendo nel mezzo del Gruppo del Catinaccio. Ideale per scalatori principianti.

Itinerario

Avvicinamento: dal Rifugio Paolina avviarsi in direzione nord lungo il sentiero n° 552. Al primo bivio prendere a destra e lungo il segnavia n° 551 raggiungere Passo Vajolon.

 

Informazioni sul percorso: dal Passo Vajolon la salita sul versante nord della Roda di Vaèl si snoda su terreno roccioso a bei gradoni, non molto ripido, completamente attrezzato con cavi d’acciaio. Come sempre è indispensabile passo sicuro e non soffrire di vertigini.

 

Discesa: o per la via di risalita oppure è consigliabile scendere dal versante sud (all’inizio, sentiero in camminata poi ferrata). Nella profonda forcella tra la Roda di Vael e la Roda del Diavolo/Croda Davoi possibilità a sinistra di scendere per un canalone fino al sentiero n° 549 (attrezzato all’inizio) e, in direzione sud, al Rifugio Roda di Vaèl. Questa variante è molto scivolosa e con pericolo caduta sassi; è da affrontarsi solo in caso d’emergenza. Si consiglia la breve, ripida controsalita – nel frattempo facilitata – alla cengia sotto Torre Finestra. Giunti in cima scendere a sinistra fino al bivio successivo e da lì scendere a sinistra per la ferrata fino al Rifugio Roda di Vaèl, già visibile.

Inizio dell'itinerario

Rifugio Paolina

Arrivo dell'itinerario

Rifugio Paolina

Specificazione

Difficoltà e informazioni generali: salita semplice, ideale per principianti, attrezzata con cavo d’acciaio per tutta la sua lunghezza.

 

Nota: in caso di bel tempo e di buona forma fisica, dopo l’ultimo bivio proseguire per la via ferrata Masarè (procedendo a destra, attraversare in direzione ovest, ca. 1 ora per la ferrata).

Parcheggio

Stazione a valle della seggiovia Rifugio Paolina

Trasporto pubblico

Arrivo

Attraverso la Val d’Ega fino a Passo Costalunga, stazione a valle della seggiovia Rifugio Paolina. Salita in seggiovia.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Atlante delle Vie ferrate Alto Adige – Dolomiti – Lago di Garda

Tab per le foto e le valutazioni

Mangiare & Bere

Cultura

Alla Homepage