I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

047 Via ferrata Kaiserjäger (Col Ombert, 2670 m)

Val di Fassa
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 047 Via ferrata Kaiserjäger (Col Ombert, 2670 m)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:00 h
  • Distanza
    12.6km
  • Dislivello
    920 m
  • Dislivello
    920 m
  • Altitudine Max
    2641 m
Salita di media lunghezza, totalmente assicurata con fune d’acciaio. La ferrata non è particolarmente frequentata, la via di salita, la discesa e tutto il percorso sono immersi in un ambiente molto ricco di attrattive.

Itinerario

Avvicinamento: lungo la strada fino alla Baita alle Cascate e avanti lungo la strada sterrata fino al suo termine, presso la stazione a valle della teleferica per il Rifugio Passo di San Nicolò. Da lì, il sentiero, in parte molto ripido, porta al rifugio, che si supera salendo fino all’attacco ben visibile. L’ascesa alla ferrata è segnalata.

 

Caratteristiche e dettagli tecnici: nella prima parte della ferrata si devono superare passaggi difficili, in parte leggermente a strapiombo. Sono necessari forza di braccia e buona tecnica di arrampicata. La qualità della roccia lascia molto a desiderare (friabile). Il percorso è sconsigliabile quando sulla ferrata si trovano contemporaneamente diversi alpinisti a grande distanza tra loro.

 

Discesa: si scende su sentiero ben battuto in direzione sud-est fino alla prima forcella e poi si piega a sinistra. In corrispondenza del primo tornante a sinistra scende verso destra un sentiero poco marcato, che passa sotto le pareti rocciose della cresta sud-est. Breve controsalita (ca. 100 m di dislivello) attraverso vecchie postazioni di guerra fino al Passo Paschè. Si scende verso sud sul sentiero n° 609, fino a ritrovarsi sul sentiero di salita.

Inizio dell'itinerario

Arrivo dell'itinerario

Specificazione

Difficoltà e informazioni generali: escursione impegnativa, ma non particolarmente lunga, che in parte segue un sentiero, un tempo assicurato, della Prima Guerra Mondiale. Il ripido passaggio per arrivare all’attacco richiede molta forza. La salita si snoda lungo roccia friabile, il che comporta un aumento del pericolo di caduta massi.

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Per il Passo di Costalunga o attraverso la Val di Fassa fin dopo Pozza di Fassa. Lì svoltare in Val di San Nicolò. Verso la fine della valle, sulla destra c’è un grande parcheggio a pagamento (1738 m).

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Atlante delle Vie ferrate Alto Adige – Dolomiti – Lago di Garda

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage