I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

013 Via ferrata Renè de Pol (Forame de Inze, 2385 m – Gruppo del Cristallo)

Cortina d'Ampezzo
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 013 Via ferrata Renè de Pol (Forame de Inze, 2385 m – Gruppo del Cristallo)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:00 h
  • Distanza
    8.0km
  • Dislivello
    940 m
  • Dislivello
    940 m
  • Altitudine Max
    2424 m
Percorso relativamente breve, solitario e ombreggiato, in parte dotato di nuove funi e ancoraggi. Dopo l’attacco c’è una scala corta e nella parte centrale un paio di staffe di ferro. La salita si snoda nel parco naturale delle Dolomiti Ampezzane e offre una bella veduta panoramica sul versante sicuramente più bello sulla Croda Rossa d’Ampezzo, sul Gruppo del Cristallo e sulle Tofane. Lungo il percorso si trovano moltissimi resti della Prima Guerra Mondiale. Salita e discesa non sono da sottovalutare e richiedono buone condizioni fisiche, capacità di orientamento e passo sicuro.

Itinerario

Avvicinamento: da Ospitale (segnavia n° 208) procedere sulla pista ciclabile Dobbiaco-Cortina per circa un chilometro in direzione Dobbiaco. Attenzione: prima del secondo ponte di legno girare a destra (non c’è segnalazione)! Attraverso il bosco si sale ripidamente (seguire i punti rossi) e a ca. 1800 m attraversare verso sinistra un fossato; proseguire poi fino ad una betulla solitaria (incrocio con la discesa). Si segue il sentiero verso sinistra e si arriva infine a resti di postazioni della Prima Guerra Mondiale e ad una ex galleria di comando ai piedi di una parete verticale (libro della ferrata) e all’adiacente attacco.

 

Informazioni sul percorso: per questo giro è indispensabile un buon senso dell’orientamento; un piccolo punto rosso è spesso l’unica indicazione del percorso! Il cammino è moderatamente esposto, ma molto scivoloso a causa del pietrisco (pericolo di cadute!). Attraverso un ultimo canalone si arriva all’uscita della ferrata e si continua a salire verso sinistra lungo il pendio detritico fino al punto più alto (Forame de Inze, 2385 m). Si prosegue verso nord-est e sotto le pareti del Forame de Fora. Si sale fino alla cresta, si supera la Forcella Gialla e si prosegue fino alla Forcella Verde (2380 m).

 

Discesa: circa 50 m sotto la Forcella Verde inizia la ripida discesa (verso destra) attraverso il ghiaione (tracce poco visibili – si può “scivolare” per ca. 180 m sul ghiaino). Alla fine del circo glaciale si vede a destra tra i pini mughi un cartello con la scritta “Ospitale”. Si scende ripidamente cercando il sentiero lungo i piedi della montagna, fino a ritrovare la betulla solitaria (percorso di salita) e si ritorna in senso inverso al punto di partenza. In alternativa, dalla Forcella Verde si può scendere lungo il sentiero n° 233 verso “Im Gemärk” e da lì camminare per ca. 4 km lungo la pista ciclabile fino a Ospitale.

Inizio dell'itinerario

Albergo Ospitale

Arrivo dell'itinerario

Albergo Ospitale

Specificazione

Difficoltà e informazioni generali: escursione relativamente semplice su vecchi percorsi di guerra. Circa metà della salita è assicurata con funi d’acciaio, il resto è terreno esposto, facilmente percorribile (ma con grande ressa, c’è anche il pericolo di caduta massi). L’ultima parte sia della via di accesso sia della discesa è ripida e sdrucciolevole. In caso di nebbia o forte pioggia, questo percorso è da sconsigliare, dato che si devono spesso attraversare fosse e canaloni erosi! Ad inizio estate il fianco nord potrebbe ancora essere coperto da neve indurita (pericolo di scivolare!). Per questo giro è indispensabile un buon senso dell’orientamento. Lungo l’intero percorso non si trova acqua potabile!

Parcheggio

Possibilità di parcheggio al bordo della strada sotto l’albergo Ospitale

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Dobbiaco in Val Pusteria attraverso la Val di Landro, si supera Carbonin, si arriva a Cimabanche e si prosegue fino all’Albergo Ospitale (1475 m, possibilità di parcheggio al bordo della strada sotto l’albergo).

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Atlante delle Vie ferrate Alto Adige – Dolomiti – Lago di Garda

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Natura