I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Val Gardena

La tradizione è in voga

Una strada si snoda in ampie curve attraverso la gola del torrente Gardena e si inerpica verso alpeggi soleggiati. Improvvisamente si apre davanti a noi la conca valliva.

Le vette dei giganti delle circostanti Dolomiti concorrono per attirare l'attenzione dello spettatore. Cime frastagliate si susseguono a blocchi di roccia che adornano la Val Gardena in tutta la sua estensione,  da Ponte Gardena fin su al monumentale Gruppo del Sella. Fitti boschi di conifere si protendono sui pendii come un verde tappeto. Questa valle di montagna, un tempo difficilmente accessibile, è oggi molto frequentata da sportivi e amanti della natura ed è il punto di partenza per molte escursioni, trekking, falesie e vie d'arrampicata. Le tracce dei 2000 anni di storia della valle si ritrovano a tutt’oggi: "Benunìte Gherdeina!" Così salutano i loro ospiti gli abitanti della Val Gardena. La loro lingua suona arcaica e primitiva.

La tradizione artigianale della Val Gardena ha sviluppato l'arte scultoria in vera e propria industria commerciale. Vedere con le mani e sentire con gli occhi - in questo modo l’artigianato si trasforma in arte. Ciò che un tempo serviva per arrotondare i salari, oggi è ormai una forma d’arte riconosciuta a livello internazionale e risulta essere una principale fonte di reddito insieme al turismo. Opere di particolare pregio possono essere ammirate presso il Museo del Patrimonio della Val Gardena a Ortisei.

Una mostra permanente del museo è dedicata a Luis Trenker. Lo scalatore gardenese, nonché architetto e regista, è divenuto sinonimo di montagna vissuta tra mito e avventura. Vivono e son cresciute in Val Gardena anche delle eccellenti sportive, come la pattinatrice su ghiaccio Carolina Kostner e sua cugina e sciatrice Isolde.

- All'associazione turistica Val Gardena
- Vacanze attive nelle Dolomiti

Alla Homepage