I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Tribulaun

Brennero
Aggiungi alla lista dei preferiti

Tribulaun

Brennero

Per ulteriori informazioni sulla privacy su sentres cliccare qui

Grazie per la richiesta

Ci sono ulteriori alloggi nelle vicinanze che potrebbero interessarti. Desideri inviare comodamente con un clic una richiesta non impegnativa agli alloggi elencati in seguito?

  • Mistici  gli omini di pietra sulle Alpi Sarentine.
    Monumento Naturale

    Omini di pietra

    Sarentino
  • La cresta sulla Cima Libera.
    Cime

    Cima Libera - Wilder Freiger

    Racines
  • Cime

    Punto di Montecroce

    Racines
  • Cime

    Gran Pilastro - Hochfeiler

    Val di Vizze
  • La stagione invernale offre varie possibilità di escursioni intorno al Sasso della Putia.
    Cime

    Sas de Pútia - Peitlerkofel

    Luson
  • Cime

    Picco della Croce - Wilde Kreuzspitze

    Rio di Pusteria
No grazie

Informationen zu Tribulaun


Nel settembre del 1874 il viennese G. Hoffmann e il suo partner, l'autoctono cacciatore Pittracher, assunsero il famoso Johann Kederbacher per tentare la prima ascesa. Kederbacher veniva considerato uno delle guide più selvagge del suo tempo. Al Passo della Rena, Pittracher rimase indietro, invece Kederbacher proseguì l'arrampicata a piedi nudi, mentre Hoffmann lo seguì in calzini. I massi calcarei che il geologo francese de Dolomieu aveva prelvato in occasione di un viaggio al Brennero, nell'intento di definire il tipo di roccia, provengono con ogni probabilità dal Tribulaun. Nonostante sia al margine dei suoi ben più conosciuti omologhi, nel Massiccio delle Dolomiti, il Tribulaun svolge tuttavia il ruolo di sostegno più importante.

Difficile da scalare, e soggetta a numerose slavine: il Tribulaun, montagna selvaggia

Alloggi consigliati

Dove dormire

Natura

Escursionismo

Città