I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Trekking per il Gigot - Tschigat

Lagundo Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Trekking per il Gigot - Tschigat

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    9:30 h
  • Distanza
    16.0km
  • Dislivello
    1640 m
  • Dislivello
    1640 m
  • Altitudine Max
    2977 m
Il «tremila» più vicino a Merano

Itinerario


Da Merano si passa a Lagundo – Algund e Plars di Mezzo-Mittelplars (464 m), per salire in seggiovia o in macchina a Velloi – Vellau (906 m) e di là in cabinovia alla malga Leiteralm (1522 m). Il buon sentiero 24 traversa al rifugio del Valico-Hochgang (1839 m, ore 1.30 dalla malga). Sul sentiero 7 si arranca sul ripido pendio ed in alto su roccia (con passaggio esposto, ma dotato di catene fisse) per giungere sul valico Hochgang (2455 m; ore 1.30 dal rifugio). Al bivio si resta a sinistra sul 7, scendendo ai laghetti Milchseen (2540 m), ove si svolta a sinistra per seguire le macchie di colore lungo il laghetto maggiore, e poi procedere in ripida salita fra massi fino alle rocce (2800 m circa). Si attacca il canalone sulla sinistra e poi si arrampica al centro, superando passaggi di 1° e 2° grado non difficili, per giungere alla forcella, e conquistare in breve la cima lungo la cresta est. Se la parte superiore del colatoio è impraticabile (per neve o ghiaccio), si devia a sinistra sulla dorsale sud, seguendo tracce ed ometti di pietre, e scalando i macigni fino alla croce (3000 m, ore 3.30 dal rifugio). Si torna sulla via dell’andata. Variante di ritorno sulla via nord: seguendo le macchie di colore scendere brevemente verso est; poi svoltare decisamente a sinistra e, traversando sul ripido versante nord, portarsi alla sommità di un diedro assai scosceso. Ivi calarsi per 20 metri lungo le catene fisse (assicurare con corda i meno esperti!); poi con facile arrampicata salire per 30 metri ad una forcelletta, donde si segue un sentierino esposto sul fianco ovest. Quindi si scende senza più problemi lungo la cresta granitica nord-ovest, fino al valico Halsljoch (2808 m, 45 minuti dalla vetta). Proseguendo verso est (indicazione «Biwakschachtel ») si arriva su sentiero e poi su detriti e blocchi (o neve) alla forcella Milchseescharte (2707 m, bivacco; un’ora dal valico). Ci si cala lungo le rocce con l’aiuto di catene e poi su sentiero a zigzag fino ai laghetti, ove si riprende in senso inverso il percorso dell’andata fino alla cabinovia (ore 3 almeno dal bivacco).

Inizio dell'itinerario

Vellói - Vellau sopra Lagundo - Algund

Arrivo dell'itinerario

Vellói - Vellau sopra Lagundo - Algund

Specificazione

Nessun problema di rilievo per esperti su roccia; qualche passaggio di 1° e 2° grado. La via nord, alquanto più facile, è indicata preferibilmente per la discesa, a meno che il diedro non sia ghiacciato.

Parcheggio

Parcheggio presso la stazione (a valle) della seggiovia a Plars (di mezzo) - Mittelplars oppure alla stazione della cabinovia a Vellói - Vellau

Trasporto pubblico

Servizio pubblico (Linea 235) dalla stazione di Merano fino a Vellói - Vellau.

Arrivo

Da Merano proseguire fino a Lagundo - Algund e Plars di Mezzo- Mittelplars, eventualmente procedere in macchina fino a Vellói - Vellau.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

 

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    Alessio Corradin

    Ancora troppa neve per tentare la vetta!

Dove dormire

Mangiare & Bere

Natura

Alla Homepage