I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Tombea e Caplone

Alto Garda
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Tombea e Caplone

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:15 h
  • Distanza
    17.0km
  • Dislivello
    890 m
  • Dislivello
    890 m
  • Altitudine Max
    1939 m
I paesi sono appesi a ripidi fianchi, la valle è un fosso, non ci sono strade, solo mulattiere e sentieri. Si vive dalla passera di mare, la brulla, ed è una gita di un giorno al lago di Garda. Più vicino è l'altro lago molto più piccolo e la sua valle: il Lago d'Idro in Giuducarie. Qui si sono sempre orientati gli abitanti della Val Vestino, che fin dal Medioevo appartenevano al dominio del conte Londron di Storo. Quando il turismo si è progressivamente trasformato in un settore economico sul lago di Garda, gli agricoltori della Val Vestino stavano ancora lavorando sulle spalle. Solo la costruzione del bacino idrico nella bassa valle ha portato i collegamenti stradali ai villaggi remoti - che non sono rimasti senza conseguenze. I giovani sono stati estratti, solo il vecchi sono rimasti, ma non hanno potuto impedire il sanguinamento della cultura contadina. Quindi, è probabilmente di scarsa utilità prendersi cura della conservazione degli ultimi fienili. Il fienile con la sua ripida, quasi a terra che raggiunge i tetti di paglia ricorda la vita nomade dei contadini, che si svolgeva durante l'anno tra il villaggio, i Mayensäßen (fienili) e gli alti pascoli. Alle pendici della valle si trovano le due vette più alte della Val Vestino, Cima Tombea (1950 m) e Monte Caplone (1976 m). Anche qui, nell'entroterra del fronte alpino, la prima guerra mondiale ha lasciato il segno: sentieri e trincee ovunque. Così l'escursione in montagna diventa un viaggio nel tempo in due sensi, e morire assume più di un significato: la morte in guerra e la graduale scomparsa di antiche tradizioni.

Itinerario

Il tour in vetta inizia sul crinale erboso di Rest (1205 m). Si segue la strada parzialmente asfaltata che dapprima sale ripida e poi scende dolcemente fino all’alpeggio Alvezza (1266 m). Qualche centinaio di metri più avanti, ad una brusca curva a sinistra, si biforca. Prendere la strada a sinistra che conduce verso ovest, dapprima senza alzare la quota. Solo sul retro di Castel la corsia, in parte in cemento, inizia a salire. Il bosco rimane ben presto, si gode una chiara vista sulla Val Vestino e le sue valli laterali. Attraverso alcuni tornanti il sentiero raggiunge l’altezza della Bocca di Cablone (1754 m). Si consiglia di fare qualche passo lungo il giogo, vista la splendida vista sul Lago d’Idro. Ampi prati fioriti e numerose posizioni antiche caratterizzano il sentiero (“Sentiero Antonioli”), che corre appena a sud del crinale, sale un po’ più in là, poi si appiattisce e infine scende leggermente fino alla Malga Tombea (1826 m ). Poco più avanti, sulla sinistra, si dirama il sentiero per Cima Tombea (1950 m), anch’esso è una reliquia della prima guerra mondiale. Sopra una rotonda in mattoni si gode un panorama mozzafiato. Accanto alla vetta si trova il Monte Caplone (1976 m), un blocco roccioso e il punto più alto a ovest del lago di Garda. La salita – ben visibile da Cima Tombea – conduce poco sotto Bocca di Campei nell’omonima dorsale (1858 m) a nord della vetta, poi a destra tra i pini mughi fino alla grande croce di ferro. Dalla vetta si ritorna all’ampio alpeggio Malga Tombea. Prima dei rifugi, girare a sinistra in un’ampia corsia. Si scende in comodi tornanti, diventa un sentiero appena sopra la linea del bosco, che corre in ombra piacevole più in basso nella valle. Poco distante dalla svolta a sinistra citata all’inizio, si imbocca la strada. Su di essa, superata la Malga Alvezza, si torna al punto di partenza del grande giro.

Inizio dell'itinerario

Rifugio Cima Rest (1205 m)

Arrivo dell'itinerario

Rifugio Cima Rest (1205 m)

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Dall'autostrada del Brennero (uscita "Rovereto Sud - Lago di Garda Nord") a Riva, poi sulla "Gardesana Occidentale" a Gargnano e lungo una tortuosa strada in Val Vestino. Infine fino al Rifugio Cima (1205 m).

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni