I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Monte Altissimo di Nago

Vallagarina-Rovereto
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Monte Altissimo di Nago

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    3:00 h
  • Distanza
    8.9km
  • Dislivello
    490 m
  • Dislivello
    480 m
  • Altitudine Max
    2066 m
E' l'unica vetta del lago di Garda con i suoi duemila metri di altezza e una delle mete più classiche per il ciclismo della regione. A seconda del punto di partenza e della scelta del percorso, sarete sulla strada più o meno a lungo. Se si inizia proprio a valle, bisogna essere ben preparati per arrivare in cima ragionevolmente in forma. Questo vale anche per gli escursionisti che partono da Torbole, 2000 metri di fronte e la cima alta sopra di loro. La salita è marcata, ma consigliata solo per le famose prime alzate (caldo), conoscere i problemi di condizione. Tutti gli altri studieranno la tabella di marcia e si renderanno conto rapidamente che le cose possono essere diverse. Da Nago, Mori e Brentonico le strade asfaltate conducono ai Prati di Nago e alla Bocca del Creer. In entrambi i casi la vetta è a solo 1 ora e mezza di distanza - un compito moderatamente faticoso. La vista sul grande lago, che come un fiordo si estende in profondità nelle Alpi, è forse la più bella che si possa desiderare. Il suo livello è di 65 metri sul livello del mare, il punto più basso - a Malcèsine - 281 metri sotto. In passato si pensava che il ghiacciaio dell'era glaciale avesse approfondito il suo bacino; oggi la scienza è abbastanza certa che si tratti di una linea di faglia tettonica. Oltre al panorama sulla vetta, invece, è interessante la morfologia del bastone del Monte Baldo, il cui fianco orientale è come un libro aperto di fronte a voi. Incastonato tra il crinale principale e le pareti rocciose che scendono bruscamente verso la Val Lagarina, si estende un vasto pascolo alpino, attraversato qua e là da profonde gole. In passato qui si contavano più di cinquanta pascoli, molti dei quali sono stati abbandonati. Tempi moderni sul versante nord del polo di Vignola: il comprensorio sciistico di La Polsa, con i suoi edifici in cemento, piste e impianti di risalita, è una brutta ferita.

Itinerario

La sentiero che conduce al Vertice è segnata dalla strada dalla guerra, quindi non potete sbagliarvi. Si snoda dalla Bocca del Creer (1617 m) su quindici tornanti sul versante sudorientale senza alberi del monte e termina infine al Rifugio Altissimo (2060 m). Nel punto più alto dell’Altissimo (2079 m) si gode un ampio panorama, con vista sul lago, a patto che il tempo sia bello. La discesa segue il crinale erboso del nord-est, per poi attraversare una piccola fenditura, la Bocca Poitrane (1831 m), dove il sentiero segnato piega a destra. Scendere a Malga Campo (1636 m) attraverso i prati fioriti del Prà delle Varsive. Qui termina un sentiero sabbioso proveniente da Bocca del Creer. Su di esso si cammina di nuovo al punto di partenza del giro di vetta.

Inizio dell'itinerario

Bocca del Creer (1617 m)

Arrivo dell'itinerario

Bocca del Creer (1617 m)

Parcheggio

Possibilità di parcheggio alla tacca

Trasporto pubblico

Arrivo

Dall'autostrada del Brennero (uscita "Rovereto Sud - Lago di Garda Nord") a Mori, poi su una strada serpeggiante ben sviluppata via Brentonico fino al villaggio turistico San Valentino (1311 m) allo spartiacque per la Valle dei Molini e poi a Bocca del Creer (1617 m).

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni