I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Croda de R’Ancona

Dobbiaco
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Croda de R’Ancona

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:30 h
  • Distanza
    11.9km
  • Dislivello
    800 m
  • Dislivello
    800 m
  • Altitudine Max
    2312 m
Bellissimo percorso – Area di rilevanza storica con straordinario panorama circolare

Itinerario

Seguendo il sentiero con il segnavia 8 si sale su una vecchia strada militare per la Val di Gotres. Numerosi torrenti delle montagne boschive entrano nei fiumi Ru Gotres e Ru Felizon con la sua gola profonda a Podestagno. Si trova vari orchidee vicino il sentiero che sale per la Forcella Lerosa (2020 m). Al livello del passo si trova un sasso alla sinistra con il segnavia rosso per “R’Ancona” (accompagnato da omini di pietra).          

a) Il sentiero continua orizzontale verso la sinistra per poi salire gradualmente verso il Busc de R’Ancona (apertura della roccia naturale), continuando a salire sulla cresta orientale e verso la vetta. Dal Bus de R’Ancona la salita richieda un certo livello di esperienza alpina, il passo sicuro e l’assenza della sofferenza di vertigini. Passaggi brevi sono accompagnati dalle funi di sicurezza.             

b) Un attraversamento particolarmente bello con discesa verso ovest. Al segnavia rosso menzionato primo non si gira verso la sinistra e invece procede diritto, trovando un piano di pascoli alla destra con una croce di un ex-cimitero di guerra della Prima Guerra Mondiale. In leggera discesa dalla forcella Lerosa (2020 m) si procede sul sentiero per arrivare nei pressi di una piccola capanna. Seguendo le frecce di pietra e i segnavia rossi si gira a sinistra. Su un sentiero militare si procede verso una conca piccola, continuando con un’altra salita verso ovest. Salendo sul tratto ripido ma senza pericoli verso sud-ovest si arriva sul dorsale occidentale poco dopo. Le caverne e trincee vecchie testimoniano dagli eventi della Prima Guerra Mondiale. Si può avere una vista splendida della Cortina, della Valle del Boite verso sud-est e delle cime del monte Rite e monte Pelmo. Al inizio dell’itinerario si trovavano le orchidee, adesso il percorso è accompagnato dalla flora montuosa, per esempio la stella alpina, il garofano selvatico e tanti altri.           

Ritorno come salita b) fino alla forcella Lerosa e il parcheggio o in caso del prolungamento del percorso con la sosta fino alla malga Ra Stua. Alquanto complicato – ma fattibile – ritornare al parcheggio con taxi e autobus.

Inizio dell'itinerario

Lago Negro

Arrivo dell'itinerario

Lago Negro

Parcheggio

Possibilità di posteggiare al lago Negro, circa 1 km dopo il confine regionale, verso ovest da Passo Cimabanche

Trasporto pubblico

Arrivo

Dalla Val Pusteria per Dobbiaco; nella Valle di Landro si passa Landro, Carbonin e Passo Cimabanche. Si posteggia circa 1 km dopo il confine. Sulla destra si trova la zona militare con la recinzione, accanto alla quale si trova il parcheggio.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Natura