I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Corno di Flavona, 2918 m – Val Meledrio

Giudicarie
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Corno di Flavona, 2918 m – Val Meledrio

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    7:00 h
  • Distanza
    11.5km
  • Dislivello
    1230 m
  • Dislivello
    1230 m
  • Altitudine Max
    2888 m
Secondo solo a quello della Pietra Grande, questo cospicuo massiccio della Catena Settentrionale è detto anche del “Gran Formenton”. La cima con sembianze di grande corno roccioso richiede una salita prudente su terreno insidioso e friabile. Da non perdere la breve traversata al Corno di Denno!

Itinerario

A lato di un campo da golf e attraverso un boschetto si cala sulla strada che verso sinistra (nord-est) porta a Malga Mondifrà (1632 m). Poco dopo a destra (indicazioni) s’imbocca il sentiero 334 che attraverso una valletta boscosa porta ad una conca racchiusa fra le rocce (q. 1880 m). Poi ripidamente con molte svolte fra gli ultimi larici ci si addentra nella selvaggia Val Gelada, ai piedi di Cima Vaglianella. In ambiente selvaggio e solitario spesso frequentato dai camosci, si alterna qualche ripiano a faticose rampe fino a toccare la Bocchetta dei Tre Sassi (2614 m, visuale aperta ad est verso la Catena della Campa, Lagorai, Dolomiti). Si continua a salire lungo il segnavia 336 in direzione nord-ovest attraverso dei ghiaioni e superando una facile paretina gradinata. Raggiunto un ripiano erboso si lascia il sentiero per seguire gli ometti a destra che, aggirata una parete, portano all’attacco della cresta ovest del Corno di Flavona. Ci si arrampica facilmente fino ad una finestra poi, per rocce gradinate, pendii detritici e ripidi spigoli inclinati a sud si raggiunge, in ultimo più facilmente, la vetta del Corno di Flavona. Cima isolata e dominante con ottimo panorama sul Corno di Denno, Sasso Alto, Cima Sassara, Cima Vagliana, Pietra Grande. Da qui si può scendere per la ripidissima cresta nord-est fino ad una sella a q. 2820 m; quindi per cresta affilata ed aerea (passaggio delicato sul versante est, 1° grado) si guadagna la più facile dorsale che porta in cima al Corno di Denno (2873 m, madonnina e splendida vista sul Lago di Tovel). Per il rientro a valle si torna dall’itinerario di salita.

Inizio dell'itinerario

Passo Campo Carlo Magno (Centro del Fondo, 1670 m)

Arrivo dell'itinerario

Passo Campo Carlo Magno (Centro del Fondo, 1670 m)

Parcheggio

Parcheggio al Passo Campo Carlo Magno (Centro del Fondo, 1670 m)

Trasporto pubblico

Arrivo

Uscita A22 di Trento, Sarche, Tione, Madonna di Campiglio

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Cime solitarie del Trentino

Tab per le foto e le valutazioni

Natura