I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

6 Cima d’Oro

Alto Garda
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 6 Cima d’Oro

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:30 h
  • Distanza
    11.7km
  • Dislivello
    1110 m
  • Dislivello
    1110 m
  • Altitudine Max
    1778 m
Un'altra escursione circolare molto gratificante e variegata, ma anche piuttosto lunga con salita di una vetta panoramica e gratificante. Dal punto più alto il panorama spazia dalla sottostante Valle di Ledro alla lontana catena montuosa dell'Appennino. In cima ci sono molti resti di trincee e caverne austriache, che risalgono anche alla guerra.

Itinerario

Si sale per una strada forestale attraverso la Val di Dromaè fino a raggiungere un sentiero sulla sinistra a circa 1200 m di altitudine, in prossimità di un tornante. Raggiunti i piedi delle alte rocce, si passa al versante sinistro (orograficamente destro) della Val di Dromaè. Continuare lungo lo stesso sentiero ( segnavia gialli sbiaditi ) che sta diventando gradualmente meno visibile. Dopo aver raggiunto un crinale boscoso, si prosegue più o meno senza sentiero fino ad un rifugio isolato, da dove si risale il sentiero (ora ben visibile) fino al limite del bosco (circa la stessa altezza di Malga Dromaè). Si seguono i sentieri poco visibili lungo ripidi prati e si attraversa il versante sud-orientale della Cima Sclapa fino all'ampia sella erbosa di Campigolo (1690 m). Si tiene la destra (sud-est) fino alla cresta della vetta, sulla quale si sale senza difficoltà tecniche (pendii ampi e aperti). Dopo circa 3 ore di cammino ci si trova sull'ampio altopiano della Cima d'Oro (1802 m), un punto panoramico ineguagliabile! Dall'alto si vedono quattro laghi: il lago di Garda, il lago di Ledro e il lago Tenno e il lago Cavedine; accanto ad essi un'ampia catena montuosa, che nelle giornate limpide comprende anche l'Appennino! Sono infatti visibili il Gruppo Adamello Presanella, Alpi di Ledro con Monte Cadria, Cima Parì e Cima Sclapa, Corno di Pichea, Tofi no e Cima S.A.T., La Rocca e Cima Nara, Monte Carone, Monte Tremalzo e Monte Corno, Gruppo di Brenta, Misone, Bondone Stivo, Cima d'Asta, Pasubio-Carega, Monte Baldo e la Pianura Padana. Verso sud-ovest, scendendo lungo il crinale con le trincee e le caverne austriache, si raggiunge la croce di vetta, che è stata eretta poco sotto la vetta principale (1703 m). Da qui si gode di una vista indimenticabile sul Lago di Ledro e sull'omonima valle! La discesa riporta prima sull'altopiano sommitale, poi sul dolce crinale in direzione nord-ovest fino a Campigolo. Proseguire attraverso la Val di Dromaè (segnavia 453) fino a Malga Dromaè (1522 m), a circa 15-20 minuti da Campigolo. I fienili di Dromaè (1398 m) sono raggiungibili attraverso numerosi tornanti che scendono attraverso il bosco. Raggiunta la strada forestale (sentiero di salita) si ritorna al punto di partenza.

Inizio dell'itinerario

Da Mezzolago alla zona di Moi (760 m), proseguire fino all'incrocio del sentiero botanico (Sentiero Botanico - 850 m)

Arrivo dell'itinerario

Mezzolago

Parcheggio

Trasporto pubblico

Arrivo

Autostrada del Brennero A22, uscita Rovereto sud, proseguire per Nago, Torbole e Riva del Garda nella Valle di Ledro

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire