I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

59 Sasso Piatto

Val di Fassa
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 59 Sasso Piatto

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    7:30 h
  • Distanza
    14.2km
  • Dislivello
    1370 m
  • Dislivello
    1360 m
  • Altitudine Max
    2940 m
Salita relativamente lunga e sconosciuta attraverso la Val Duron (meno frequentata della salita attraverso l'Alpe di Siusi). Il lungo crinale della vetta offre panorami spettacolari, in particolare sul Gruppo del Sassolungo sul lato opposto. La vetta, molto amata dagli alpinisti, è molto frequentata, soprattutto nei mesi estivi!

Itinerario

Dal piccolo parcheggio si cammina a sinistra su una strada molto ripida che conduce nella boscosa Val Duron. Dopo circa tre chilometri sulla strada forestale si raggiunge il Rifugio Micheluzzi (1860 m), dove la valle si apre e si trasforma in splendidi prati di montagna. A destra (nord) su una mulattiera (segnavia 533) che sale su un crinale boscoso e poi attraverso una piccola valle fino a raggiungere un terreno aperto a 2140 m di altitudine. La Malga Sassopiatto (2248 m) si raggiunge attraverso ampi pascoli e poi il Rifugio Plattkofel (2300 m), che si trova sul confine provinciale con l'Alto Adige, è tenuto sulla sinistra (ad ovest) da una strada. Ora si prosegue a destra (nord-est – segnavia) su un sentiero segnato, su ripidi prati fino ad un insellatura 2470 m di altitudine. Qui si affronta il maestoso, ripido ma tecnicamente semplice "tetto di ghiaia" sul versante sud-ovest della montagna. Il sentiero si snoda in tornanti tra terreni rocciosi e attraverso carretti di ghiaia fino alla cresta di vetta e alla cima nord-occidentale del Sasso Piatto (2954 m – Steinmann). Panorama estremamente spettacolare! Ottima vista sul Sassolungo, la Fünffingerspitze, la Torre Innerkofler , lo Zahnkofel, l'Alpe di Siusi, la Val Gardena, il massiccio del Puez-Geisler, la Val di Fassa e il gruppo del Catinaccio. Verso ovest la vista raggiunge i ghiacciai del Gruppo Ortles! Proseguendo verso sud-est si raggiunge la vetta principale (2958 m) con attraversamento della cima attraverso il crinale panoramico. Questa altitudine non è la più alta del crinale, ma si può salire facilmente sul punto più alto (vetta sud-est, 2964 m) attraverso tracce di sentieri che conducono un po' sotto lo stretto crinale e attraverso brevi tratti di salita di primo grado di difficoltà (vetta solitaria, raramente visitata). La discesa parte dal sentiero che scende allo Fassajoch, da dove lo Friedrich-August-Weg conduce al Rifugio Sandro-Pertini (2313 m s.l.m.). Qui si raggiunge la ripidissima mulattiera di Chiarvena (1,8 km) che scende a sud nella Val Duron (1700 m s.l.m.). Da lì, lungo la strada che segue il fondovalle, si ritorna al punto di partenza.

Inizio dell'itinerario

Val Duron (1505 m)

Arrivo dell'itinerario

Val Duron (1505 m)

Parcheggio

Val Duron (1505 m)

Trasporto pubblico

Arrivo

Autostrada del Brennero A22, uscita Neumarkt/Auer. Attraverso il Passo San Lugano in Val di Fiemme e attraverso la Val di Fassa fino a Campitello

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Mangiare & Bere