I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

53 Cima Spizoti

Primiero
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 53 Cima Spizoti

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:45 h
  • Distanza
    14.5km
  • Dislivello
    820 m
  • Dislivello
    820 m
  • Altitudine Max
    1923 m
L'escursione è a due passi dal territorio montano delle Pale di San Martino e tocca il sottogruppo della Cimonega e delle Vette. Grande, vario e relativamente lungo tour circolare, durante il quale si passa anche per tre cime di discreta difficoltà con una bella vista. Un piccolo inconveniente è costituito dalla scarsa segnaletica lungo il percorso.

Itinerario

Dopo il rifugio, attraversare il ponte sul Rio Neva e prendere la strada a destra per alcune baite nella zona di Luz (1130 m). Seguire le indicazioni per il Rifugio Boz (Mark. 748) e salire a metà strada su una strada forestale ad est. Tenendo la sinistra, si attraversa un'ampia valle e si raggiunge il piccolo bivacco Casera Scaorin (1550 m), da cui si gode una magnifica vista sul gruppo montuoso della Cima d'Asta. Ora si sale ancora fino al crinale boscoso sopra e lo si segue in direzione nord, rimanendo sempre sul versante orientale. Per raggiungere il crinale ovest del Col San Piero, lasciare il sentiero 748 e risalire a sinistra (ovest) lungo un sentiero. Dal lato nord si sale infine sulla cima sud-orientale della Cima Spizoti (1911 m). Si prosegue verso nord-ovest e per una breve salita (fune), piuttosto esposta, fino alla cima della Cima Spizoti (1915 m), un'altitudine relativamente modesta nel regno dei pini mughi. Tuttavia, l'isolata collina offre un panorama meraviglioso: Primiero, Gruppo di Cima d'Asta, gruppo Lagorai orientale, Pale di San Martino, Piz Sagron, Sass de Mur, Colsent e Vette. Ritornando sul sentiero 748, lo si segue in direzione nord-est lungo un semplice crinale fino alla cima arrotondata del Col San Piero (1954 m). Si prosegue per il sentiero lungo il soleggiato versante del Monte Neva fino al bivio per la Forcella Neva e fino al Passo del Mura (1867 m). Da lì il sentiero conduce attraverso un breve crinale alla cima del Monte Alvis (1922 m). Splendida vista sulle mura meridionali del Sass de Mur e sulla Val Canzoi, sui Piani Eterni, sul Pizzocco, sulle Tre Pietre, sul Colosseo, sulle Vette, sul Rifugio Boz e sul Monte Neva. Si cammina verso sud lungo uno stretto sentiero fino al Passo Alvis (1880 m), poi si gira a destra (ovest) per lunghi pendii di prati fino al Rifugio Boz (1718 m), ben visibile. Bellissimo rifugio in una conca di montagna con vista sul Monte Neva e sulle pareti del Sass de Mur. La discesa prosegue lungo il sentiero 727 attraverso la Val Fonda fino all'incrocio con una strada in direzione ovest, attraversando la lunga Val Nagaoni e ritornando al Rifugio Fonteghi.

Inizio dell'itinerario

Rifugio Fonteghi (1100 m - parcheggio)

Arrivo dell'itinerario

Rifugio Fonteghi (1100 m - parcheggio)

Parcheggio

Rifugio Fonteghi (1100 m - parcheggio)

Trasporto pubblico

Arrivo

Autostrada del Brennero A22, uscita Trento sud/nord. Attraverso la Valsugana fino a Primiero e nella Val Noana

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage