I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

49 Cima del Lago

Primiero
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 49 Cima del Lago

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    8:00 h
  • Distanza
    12.7km
  • Dislivello
    1450 m
  • Dislivello
    1440 m
  • Altitudine Max
    2727 m
Altrimenti è possibile pernottare nella capanna Pradidali o nel Bivacco Minazio. La valle del Vallone delle Lede, circondata da splendide cime dolomitiche, è particolarmente selvaggia. La vetta, che per lo più passa inosservata, offre uno dei panorami più belli di tutto il gruppo. La cima inclusa in questo meraviglioso giro è stranamente raramente visitata!

Itinerario

Si segue la strada di fondovalle in direzione nord-est fino a Pian delle Lede (1393 m), dove si svolta a sinistra sul sentiero 711 (segnavia). Proseguire dritto nel fitto bosco e poi svoltare a sinistra fino a raggiungere l'Alta Via 2 (1610 m). Il sentiero si snoda ora molto ripido fino ai piedi delle rocce, attirando lo sguardo dalle pareti verticali della Pala Cristoforo. Si prosegue ripido fino a raggiungere terreni aperti e, dopo aver superato alcune pareti e rocce, si apre il selvaggio e imponente Vallone delle Lede. Alcuni tornanti conducono attraverso gli alpeggi fino alla terrazza dove si trova il Bivacco Manauio (2250 m). Da questo fantastico balcone si possono ammirare il Sasso delle Lede, la Cima Canali, la Cima Wilma e il Sass d'Ortiga. Il sentiero prosegue verso nord-ovest, dapprima su ripidi crinali, poi attraverso campi di ghiaia e infine attraverso un canale di ghiaia fino al Passo delle Lede (2695 m s.l.m.). Qui si possono vedere la Cima Immik e le Pale di San Martino oltre alla parte centrale del gruppo dei palazzetti. La vetta della Cima del Lago (2765 m s.l.m.) sarà ora salita su un semplice terreno roccioso (verso sud). Anche se questa altitudine è molto meno rilevante delle cime circostanti, la vista panoramica è straordinariamente bella e interessante. La vista è catturata da tutte le cime, tra cui le scogliere del Sass Maor, Cima di Ball, Cima di Val Roda, Cima Pradidali, Cima Immink, Pala di San Martino, Cima Wilma e Cima Canali, Fradusta e la ben visibile capanna Pradidali. Dopo un lungo periodo di riposo, la discesa inizia nel Passo delle Lede, poi si tiene la sinistra (ovest) lungo il sentiero 711, e una volta raggiunto l'incrocio con il sentiero 709, si prosegue (ora verso sud) fino al lago Pradidali e all'omonimo rifugio. Il sentiero scende attraverso la valle fino ai dintorni di Pedemonte (1650 m) e da lì attraverso la boscosa Val Pradidali. Raggiunta la strada, seguirla per poco e poi svoltare a sinistra lungo il sentiero per la ex Malga Pradidali (1428 m). A mezza costa si raggiunge il Prà d'Ostio e poi la Malga Canali (1302 m). Da lì di nuovo al punto di partenza.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio Rifugio Treviso (1300 m)

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio Rifugio Treviso (1300 m)

Parcheggio

Parcheggio Rifugio Treviso (1300 m)

Trasporto pubblico

Arrivo

Autostrada del Brennero A22, uscita Trento sud/nord. Attraverso la Valsugana e via Primiero in Val Canali

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage