I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

13 Monte Re di Castello

Giudicarie
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour 13 Monte Re di Castello

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:30 h
  • Distanza
    15.7km
  • Dislivello
    1030 m
  • Dislivello
    1040 m
  • Altitudine Max
    2839 m
La valle della sorgente Chiese è divisa in due parti, che si mostrano nella loro formazione scenica in modo estremamente diverso. Nella parte esterna della valle, detta Val di Daone, il porfido di quarzo è visibile sui versanti bifronti della valle, sovrapposto da rocce più giovani della sequenza degli strati alpini meridionali e quindi estremamente ripido e vario. La parte posteriore della valle, chiamata Val di Fumo, è formata da tonalite ed ha quindi una forma più calma e piatta. A causa dell'abbondanza di acqua nella zona, nel 1955 sono stati costruiti bacini idrici per la produzione di energia, che sono integrati in un'intera catena di centrali elettriche, la più bassa delle quali si trova nella zona di Storo. Per questo motivo la valle non è integrata nel Parco Naturale Adamello-Brenta. Tuttavia, la bellezza del paesaggio è spesso paragonata a quella della Val Genova, conosciuta più a nord come la patria dell'Orso bruno trentino ed è considerata una delle valli alpine più belle.

Itinerario

Si lascia il parcheggio (1800 m) sul retro, vicino ad una piccola torre di trasmissione. Su una strada naturale a breve distanza da dove diventa pianeggiante. Qui la salita, segnavia 242, scende a sinistra. Attraversa poi le pendici orientali della Cima d’Avolo e sale fino al Lago di Campo (1945 m), diventando più ripida. Superata la decadente Malga Campo di sopra (1953 m), la salita riprende presto a salire. In breve tornante si piega verso sinistra attraverso una valle concava. Sul lato sinistro della salita si possono ancora vedere i resti di edifici della Prima Guerra Mondiale, poco dopo il sentiero gira a sinistra e sale ripidamente a sinistra verso il Passo di Campo (2298 m). Sul lato ovest del passo, subito dietro il vecchio muro di cinta, in un pendio che attraversa a sinistra, i resti di guerra e in direzione dell’ampia conca del ghiacciaio completamente disboscata. Proseguire sotto e ad ovest delle cime rocciose del Sega d’Arno fino alla deviazione a sinistra di una vecchia strada militare (ca. 2355 m, segnaletica). Si prosegue a sinistra verso l’alto e, dopo la sua fine, su sentieri in salita, segnalati da cairns, fino a poco sotto il crinale di collegamento tra Monte Re di Castello a est e Cima Dernal a ovest. Ora un po’ sotto la cresta a sinistra verso la vetta più alta (2889 m). Ritorno come salita.

Variante

Per il ritorno è anche possibile attraversare sotto la cresta fino a Cima Dernal (2825 m). Dall'alto, svoltare a destra nelle piste e proseguire verso nord-ovest, con qualche indicazione, in discesa fino al Rifugio Maria e Franco (2574 m) poco sotto il Passo Dernal. Dalla baita, attraverso il sentiero, parte dell'Adamello-Höhenweg 1, si ritorna al Passo di Campo e attraverso il noto sentiero si scende al punto di partenza. Ulteriori 1 ½ ora.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio sopra la diga del lago di Malga Bissina nel retrostante Val di Daone

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio sopra la diga del lago di Malga Bissina nel retrostante Val di Daone

Parcheggio

Parcheggio sopra la diga del lago di Malga Bissina nel retrostante Val di Daone

Trasporto pubblico

Arrivo

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

sentres Südtirol

Tab per le foto e le valutazioni