I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Tre Cime di Laveredo - Drei Zinnen

Sesto Aggiungi alla lista dei preferiti
ritorna

Tre Cime di Laveredo - Drei Zinnen

Sesto

Per ulteriori informazioni sulla privacy su sentres cliccare qui

Grazie per la richiesta

Ci sono ulteriori alloggi nelle vicinanze che potrebbero interessarti. Desideri inviare comodamente con un clic una richiesta non impegnativa agli alloggi elencati in seguito?

No grazie
  • Cime

    Picco dei Tre Signori - Dreiherrenspitze

    Predoi
  • Il Sasso Nero visto da est, in parte ripido e privo di ghiaccio, in parte in pianura e ghiacciato.
    Cime

    Sasso Nero - Schwarzenstein

    Valle Aurina
  • Cime

    Monte Nevoso Schneebiger Nock

    Campo Tures
  • Cime

    Punta Bianca - Hoher Weißzint

    Selva dei Molini
  • Cime

    Monte del Lago - Seekofel

    Braies
No grazie

Informationen zu Tre Cime di Laveredo - Drei Zinnen


Fin dalla prima salita sulla Cima Grande, con i suoi quasi 3000 m di altitudine, le Tre Cime di Laveredo sono diventate il punto di partenza di molti sport alpini e dei loro sviluppi, meta ambita di numerosi alpinisti, nonché la più grande attrazione delle Dolomiti.

Nel 1869 la Cima fu scalata per la prima volta dall'autoctona guida Franz Innerkofler, assieme a Peter Salcher e al noto alpinista viennese Paul Grohmann, utilizzando quella che oggi è la strada normale: in sole tre ore di arrampicata raggiunsero la vetta. A partire da questo momento le Tre Cime di Laveredo divvenero teatro di spettacolari prestazioni su roccia. Interrotte dalle operazioni belliche del primo conflitto mondiale, le ulteriori scoperte ripresero negli anni '30, questa volta attraverso le estremamente impegnative pareti nord, a quel tempo considerate per il loro grado di difficoltà, non percorribili. Successivamente, si svilupparono nuovi e più diretti percorsi, e numerosi record – alcuni dei quali discutibili – vennero stabiliti.



La facile accessibilità del massiccio montuoso tramite una strada asfaltata (a pedaggio) fino al Rifugio Auronzo, conduce, specalmente in luglio e agosto, su sentieri completamente affollati, segnando così i limiti del turismo nelle Dolomiti. In alta stagione, sulle larghe ed estremamente facili vie per le Cime, si formano regolarmente code.



Gli splendidi scenari da sogno delle Dolomiti di Sesto, con le Tre Cime di Laveredo come punto culminante, giustificano tuttavia ampiamente la visita. Solo il momento andrebbe scelto con attenzione.

Le impressionanti pareti nord delle Tre Cime di Laveredo dipingono probabilmente l'immagine più nota delle Dolomiti

Alloggi consigliati

Dove dormire

Mangiare & Bere

Natura

Altrui

Alpinismo

Inverno

Alla Homepage