Crea percorso fino qui Copia il percorso
Via ferrata Percorso consigliato

Dolomiti senza confini, 8. tappa: giorno: Rif. Neue Porzehütte - Rif. Filmoor-Standschützenhütte

Via ferrata · Osttirol
Responsabile del contenuto
Alpenverein Austria Partner verificato  Explorers Choice 
  • Karnischer Höhenweg
    Karnischer Höhenweg
    Foto: Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini
m 2800 2600 2400 2200 2000 1800 7 6 5 4 3 2 1 km Filmoor-Standschützenhütte Porzehütte
Dolomiti senza confini: 2 paesi - 9 percorsi - 12 vie ferrate - 17 rifugi - 108 km

La tappa giornaliera comprende 2 splendide ferrate e si mantiene, per la maggior parte del tragitto, sulla Cresta Carnica di confine. Le Ferrate Camoscio e Corrado D'Ambros sono l'emblema dell'alpinismo senza confini.

media
Lunghezza 7,7 km
6:00 h.
1.100 m
650 m
2.600 m
1.937 m
Tappa straordinaria che segue la cresta di confine e ha in serbo due meravigliose ferrate. La Ferrata Camoscio sul Monte Palombino affascina con il suo paesaggio selvaggio. Al termine si scende in direzione ovest fino alla Forcella Palombino e, mantenendosi sempre sulla linea di confine, si raggiunge la Ferrata Corrado D'Ambros che, come nessun'altra, incarna il vero significato di questo progetto.

La tappa richiede un piede molto fermo poiché la maggior parte del percorso è estremamente esposta, mentre solo alcuni passaggi sono provvisti della corda di sicurezza (circa il 20% del percorso). Se paragonata alle prime tappe, questa ferrata è molto meno frequentata. Una tappa giornaliera, nel complesso, non estremamente difficile, ma molto impressionante.

Immagine del profilo di Dolomiten ohne Grenzen |  Dolomiti senza confini
Autore
Dolomiten ohne Grenzen | Dolomiti senza confini
Ultimo aggiornamento: 08.12.2018
Difficoltà
A/B media
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
Porze, 2.600 m
Punto più basso
1.937 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Tipo di strada

Sentiero naturalistico 9,88%Sentiero 90,11%
Sentiero naturalistico
0,8 km
Sentiero
6,9 km
Mostra il profilo altimetrico

Punti di ristoro

Filmoor-Standschützenhütte

Indicazioni sulla sicurezza

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

www.dolomitisenzaconfini.eu

 

Con finanziamenti della UE, Fondi EFRE e Interreg V-A Italia-Austria, 2014-2020

Partenza

Porzehütte (1.940 m)
Coordinate:
DD
46.659721, 12.582203
DMS
46°39'35.0"N 12°34'55.9"E
UTM
33T 315024 5170190
w3w 
///forbici.osano.tipici
Mostra sulla mappa

Arrivo

Filmoor-Standschützenhütte

Direzioni da seguire

Il sentiero escursionistico n.172 conduce dal rifugio Porzehütte alla Forcella Dignas. Da qui salire per qualche metro di dislivello in direzione ovest e poi imboccare un vecchio sentiero militare che ridiscende fino a un tornante di 180°. Qui si trovano i segnavia per la "Cima Palombino, Ferrata Camoscio".

 

Ferrata Camoscio: difficoltà A/B, in prevalenza A

Attraverso terreni detritici si raggiunge a piedi la Parete Est dove inizia la ferrata. Una lunga traversata in direzione ovest su cenge detritiche e canaloni conduce in alto fino alla cresta meridionale. Si sale ancora su un tappeto erboso lungo il fianco sud in direzione della vetta (2600 m). Da qui il sentiero segnalato “Austriaweg“ scende in direzione ovest e, su cenge esposte a nord nonché piccoli gradini di roccia, ci si abbassa ulteriormente fino alla Forcella Palombino (2362 m). - 3h La prosecuzione dell'itinerario conduce a sud dinnanzi al Kesselhöhe sul vecchio sentiero militare n.160. È possibile raggiungere la Cima Vallona anche superando il Kesselhöhe. Imboccare il sentiero n.191 che, su un terreno non troppo difficoltoso, conduce alla Cima Vallona (2532m). La Cima Vallona può essere aggirata anche sul versante sud, una discesa più breve che porta proprio dinnanzi alla Ferrata Corrado D‘Ambros. - 1h

 

Ferrata Corrado D‘Ambros: tratti B/C, in prevalenza A

Si mantiene costantemente sulla cresta rocciosa e, su spigoli e picchi, procede in direzione ovest. Dopo una breve salita si addentra in gallerie e caverne della Grande Guerra per poi proseguire, su in alto fino alla cresta, lungo una cengia rocciosa e una ripida scala. Continuare a salire lungo un ripido canalone detritico, assicurati con la corda, e poi disarrampicare sulle rupi ad ovest sino alla cresta successiva. I picchi sulla cresta sono in parte da superare, in parte da scalare. Superato l'ultimo picco si raggiunge la Pitturina da cui si rientra al Rifugio Filmoor-Standschützenhütte lungo il sentiero escursionistico. - 2h La ferrata può essere anche aggirata sul lato nord, giungendo direttamente al Rifugio Filmoor-Standschützenhütte in direzione ovest.

Tempo di percorrenza totale: 6h

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Coordinate

DD
46.659721, 12.582203
DMS
46°39'35.0"N 12°34'55.9"E
UTM
33T 315024 5170190
w3w 
///forbici.osano.tipici
Mostra sulla mappa
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Mappe consigliate

Tabacco 017, Dolomiti di Auronzo e del Comelico

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto

Attrezzatura

Set da ferrata e casco certificati, scarpe robuste, guanti (via ferrata)

Percorsi consigliati nei dintorni

 Questi consigli sono stati generati automaticamente dal sistema.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
A/B media
Lunghezza
7,7 km
Durata
6:00 h.
Salita
1.100 m
Discesa
650 m
Punto più alto
2.600 m
Punto più basso
1.937 m
Percorso ad anello Panoramico Punti di ristoro lungo il percorso Rilevanza culturale/storica Attrezzatura d'epoca Da punto a punto Via ferrata classica

Statistiche

  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
  • 2 Highlights
  • 2 Highlights
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio