Sentiero turistico Contenuto Premium

Valle di San Nicolò

Sentiero turistico · Val di Fassa
Responsabile del contenuto
Athesia
  • Talschluss des Nikolaustales mit dem Col Ombert
    Talschluss des Nikolaustales mit dem Col Ombert
    Foto: Athesia
m 2300 2200 2100 2000 1900 1800 1700 1600 8 6 4 2 km
media
Lunghezza 9,8 km
3:31 h.
618 m
618 m
Lago nascosto nel verde, incorniciato da alte montagneIl massiccio del Sella costituisce il centro della Ladinia, che si articola attorno a questo massiccio in cinque valli. La più affascinante di queste valli è la Val di Fassa, che è lontana e dolce rispetto alle altre. Ciò è dovuto a motivi geologici, poiché le masse dei bizzarri giganti dolomitici si sono ritirate sullo sfondo e le rocce vulcaniche, dolcemente formatesi durante la loro formazione nel caldo, si sono ritirate in superficie. Dalla Val di Fassa verso est, nei pressi di Pozza di Fassa (Poza), la Val de sèn Nicolò, in italiano Val San Nicolò e in tedesco Nikolaustal. Al margine settentrionale di questa valle, il bastone Bufaure è un'estensione della zona eruttiva di Predazzo, descritta da Leopold von Buch, allievo di Alexander von Humboldt e importante geologo del XIX secolo, come la "chiave della geologia". Le radici della lingua ladina (che appartiene alle lingue retoromaniche) risalgono all'epoca in cui l'Impero Romano invase questa parte dell'arco alpino nel 15 a. C. e qui conobbe un popolo che i Romani chiamarono "ratti". Fino al XVI secolo, la lingua retoromancia era ancora usata occasionalmente, ad esempio nella valle dell'Isarco, e poi veniva spinta sempre più indietro. Le valli ladine di cui sopra sono caratterizzate dal fatto che dal punto di vista geografico sono chiuse dall'esterno da dighe di difficile accesso. Così la lingua potrebbe salvarsi qui fino ai nostri tempi, ma è stato naturalmente influenzato dalle lingue vicine.

Dal parcheggio di Sauc alla sponda orografica sinistra del Ruf de Sen Nicolò e attraverso l'ampia strada, la Strada dei Russi, in valle verso la Baita alle Cascate. Il sentiero 640 - Lagusel conduce nel bosco sulla destra. Seguite questo sentiero e salite ripidamente oltre i "Colli Pelegrini" e presto lungo un ampio sentiero fino alle capanne di Lagusel e infine al lago Lauscèl (2103 m s. l. m. ). Superato il lago sul lato ovest e in breve tempo fino a Malga Piéf (2183 m). Poco prima dell'alpeggio si imbocca il sentiero n. 641 che proviene da destra, dalla Forcella dal Piéf (2186 m), da cui si gode una splendida vista sul gruppo del Rosengarten, e che si segue a sinistra in direzione opposta. Raggiungiamo il giogo di Sella Palacia/Forcella Pecol (2259 m), dove la discesa conduce ora ripidamente sopra Pecol (2100 m) con molti serpentini giù a valle e di nuovo incontra la Strada dei Russi (circa 1886 m). Proseguire a destra verso la fine della valle. La "Russenstraße" termina e un

Accedi al percorso con PRO+
Con PRO+ hai accesso a tutti i dettagli del percorso, incluse direzioni, foto, tracciato GPS e altre informazioni utili.

Sei registrato? 

Contenuto Premium Gli itinerari Premium sono scritti da autori proferssionali ed pubblicati da editori specializzati.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti