Crea percorso fino qui Copia il percorso
Sentiero turistico Percorso consigliato

Serre dei Cuponi - Serra di Campo Soprano - Serra La Manca

Sentiero turistico · Campania
Responsabile del contenuto
Little Fish Trek Explorers Choice 
  • Inizio escursione sotto la nebbia.
    Inizio escursione sotto la nebbia.
    Foto: Mario Briotto, Little Fish Trek
m 1800 1600 1400 1200 1000 800 600 400 200 18 16 14 12 10 8 6 4 2 km Teggiano: Vallo di Diano
Monti del Cilento: le Tre Serre di Teggiano e Monte San Giacomo: Serre dei Cuponi, Serra di Campo Soprano e Serra La Manca – discesa per il Destro del Pantone e la Valle Buccana o Bucana.
media
Lunghezza 18,2 km
7:30 h.
1.100 m
1.100 m
1.446 m
500 m

Escursione in gran parte al di fuori dei sentieri segnati che può presentare problemi di orientamento con scarsa visibilità in quota.

Se il tempo è bello, la traversata delle cime si può interpretare in vari modi e sempre in ambiente «arioso e panoramico».

Oggi c’era una nebbia fittissima sopra il Vallo di Diano che ha impedito qualche bella foto verso Teggiano e tutta la gran pianura, ma ha creato un diverso scenario a nostro giudizio originale.

Noi abbiamo scelto di non utilizzare la doppia auto per chiudere l’anello da Teggiano e, per il raccordo finale, abbiamo camminato su asfalto per circa 4,1 km con circa 65 metri di dislivello in discesa e 160 metri in salita, con poco meno di un’ora di percorrenza.

Questi “numeri” sono compresi nei dati di riepilogo Outdooractive, e chi si organizza con doppia auto deve sottrarli per capire i dati dell’escursione.

Noi abbiamo parcheggiato in Via San Michele abbastanza in alto verso la Chiesa di San Michele Arcangelo, e per questo motivo il raccordo finale presenta più salita che discesa.

Decidendo di fare tutto il percorso a piedi si può parcheggiare più in basso e farsi tutta la parte di salita a inizio escursione accorciando il finale.

Consiglio dell'autore

Alcune foto sono in formato verticale e non si visualizzano bene nelle anteprime: passare alla visualizzazione in formato intero per avere un’idea più completa dell’ambiente dell’escursione.

Anche le foto panoramiche devono essere viste dalla visualizzazione in formato intero con la funzione automatica di scorrimento di Outdooractive.

Immagine del profilo di Mario Briotto
Autore
Mario Briotto 
Ultimo aggiornamento: 01.02.2022
Difficoltà
media
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
Serra di Campo Soprano, 1.446 m
Punto più basso
500 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Tipo di strada

Mostra il profilo altimetrico

Indicazioni sulla sicurezza

Nel periodo invernale valutare bene la situazione della neve prima di decidere una percorrenza completa, ed essere pronti ad eventuali variazioni di itinerario per chiudere la giornata.

Evitare con copiose piogge recenti.

EVITARE ASSOLUTAMENTE con previsioni di scarsa visibilità alle quote più alte dell’escursione.

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

Come periodo consigliato ho indicato da Aprile a Novembre, ma si può andare tutto l’anno se non c’è ghiaccio a terra e se c’è poca neve solo nella parte più alta: questa uscita, infatti, è del 2 Gennaio 2022.

Partenza

Questa versione dell’escursione inizia lungo Via San Michele a Teggiano. (662 m)
Coordinate:
DD
40.370026, 15.538791
DMS
40°22'12.1"N 15°32'19.6"E
UTM
33T 545741 4468967
w3w 
///griderò.notata.sperato
Mostra sulla mappa

Arrivo

Lo stesso punto di partenza.

Direzioni da seguire

Premessa

Questo itinerario è stato percorso il giorno 2 gennaio 2022, e tutte le osservazioni e considerazioni successive possono valere in pieno solo per quel giorno.

Dal punto di parcheggio scelto lungo Via San Michele di Teggiano, si oltrepassa la parte ben asfaltata della salita verso la Chiesa di San Michele Arcangelo e poco dopo si giunge al tornante destro che immette nel finale verso la Chiesa.

A questo tornante destro si imbocca verso sinistra una stretta via pavimentata che poi diventa stradetta di campagna a fondo naturale.

A fine stradetta di campagna bisogna continuare a risalire il dolce vallone fino a un’evidente larga sella sul punto di scollinamento della dorsale che poi bisogna risalire verso destra.

Noi abbiamo risalito il dolce vallone «da dentro» cercando i corridoi (che ci sono) tra qualche rovo, ginestre e arbusti vari.

Si cammina comunque abbastanza spediti, ma osservando poi il dolce vallone dall’alto conviene (dalla fine del tratto a stradetta) rimontare con uno “strappetto” subito sul crinale che lo delimita a sinistra direzione salita.

Questo crinale, abbastanza largo, è libero da impedimenti e ci sono pure dei ruderi che fanno capire l’esistenza di una vecchia via di passaggio fino ai gran muretti a secco che stanno sulla sella obiettivo.

Ora dalla sella si rimonta la dorsale fino a un tratto quasi piano che porta a un ripetitore ben visibile pressoché dal punto di partenza dell’escursione.

Dopo il ripetitore altra risalita in buona pendenza su dorsale fino alle Serre dei Cuponi.

Lungo queste risalite ci sono vari discontinui camminamenti tracciati dagli animali al pascolo, e si può scegliere se salire diretti o “zigzagare a salto” tra un camminamento e l’altro.

Dai vari ravvicinati punti vetta delle Serre dei Cuponi si nota molto bene la punta del Monte Faggitella sullo sfondo dei pendii che portano verso la Serra di Campo Soprano.

Bisogna scendere e risalire la dorsale che sta a sinistra di una bella area di pascolo oggi popolata da cavalli.

Questo pascolo è veramente piatto e di forma rettangolare, e sembra un “campo da polo”.

Risalita questa dorsale bisogna scegliere cosa fare all’arrivo all’altra area ellittica di pascolo di Campo Soprano: scendere e attraversare il gran piano oppure stare un po’ più alti in costa per ammirarlo meglio – noi siamo stati sulla costa.

Qui è evidente la Serra di Campo Soprano e non si può sbagliare sulla miglior via di salita con bene in vista l’aspra parete sud-est del Monte Faggitella.

Dalla Serra di Campo Soprano è ancora molto evidente il breve collegamento con poco dislivello fino a Serra La Manca.

Ora inizia la discesa verso sud-ovest su larga e lunga dorsale denominata Destro del Pantone nella cartina del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.

Qui c’è qualche segmento dove le pietre a spuntoni prevalgono sul verde e serve un minimo di attenzione per salvaguardare le articolazioni anche se non ci sono tratti veramente ripidi.

La dorsale – sempre in campo libero – in basso arriva contro un boschetto che inizia a ricoprirla e a quel punto si esce verso destra proprio dentro il bosco.

Qui bisogna scendere fino a incrociare il sentiero CAI 521 che percorre il fondo valle della Valle Buccana o Bucana.

All’inizio ci sono discontinui camminamenti di animali che aiutano ad aggirare senza troppi pensieri i pochi rovi presenti, e dopo un tratto di discesa quasi diretta emerge un camminamento molto più largo che esegue una gran diagonale verso sinistra.

Alla fine di questa diagonale ci si trova ad incrociare più di un sentierino che va di traverso e sembra essere quello buono perché continua deciso anche in direzione dell’uscita della Valle Buccana.

Bisogna continuare a scendere (il pendio non è difficile) e passarne due o tre di questi sentierini: il CAI 521 si riconosce perché è veramente molto largo, quasi una stradetta in quel punto, e si notano da subito molti segnavia anche ravvicinati che non esistono negli altri sentieri che possono trarre in inganno.

In ogni caso il CAI 521 è mappato su OpenStreetMap e derivati, e se si ha questa mappa precaricata nel GPS non è difficile andare ad incrociarlo tenendo conto però che non c’è una gran ricezione satellitare in quell’area ristretta: al limite (se non si conosce già il percorso) ci si ferma 5/10 minuti per dare modo al GPS di ritararsi e poi si continua.

Ora c’è solo da camminare in relax fino all’uscita dalla valle dove si può eventualmente parcheggiare la seconda auto per chi non vuol fare tutto l’anello a piedi.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Come arrivare

Bisogna andare a Teggiano e imboccare la salita di Via San Michele che conduce alla Chiesa di San Michele Arcangelo.

Dove parcheggiare

Lungo Via San Michele a Teggiano ci sono vari piccoli spazi dove si può parcheggiare con attenzione a non essere di impedimento al passaggio di altri automezzi.

Se si fa tutto l’anello a piedi è indifferente il punto di parcheggio lungo tutta la parte asfaltata, e ci sono innumerevoli altre facili alternative.

Se ci si organizza con doppia auto, ci sono varie possibilità di piazzare la seconda auto nei pressi dello sbocco della Valle Buccana o Bucana.

Coordinate

DD
40.370026, 15.538791
DMS
40°22'12.1"N 15°32'19.6"E
UTM
33T 545741 4468967
w3w 
///griderò.notata.sperato
Mostra sulla mappa
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Titoli consigliati

CILENTO … una Terra da camminare una Terra da raccontare

50 itinerari escursionistici per riscoprire paesi e luoghi poco noti

di Andrea Perciato

Associazione di cultura, sport e ricreazione “Arci Postiglione”

******************************

“Le 100 meraviglie del Cilento e Vallo di Diano

Dove Sono – Cosa Offrono – Come si raggiungono – con oltre 450 immagini inedite”

di Roberto Pellecchia

Officine Zephiro – collana «cart&guide»

Mappe consigliate

Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano - Carta dei Sentieri 1:25000

Tavola 4 → Vallo di Diano – Monti della Maddalena

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Attrezzatura

Normale dotazione escursionistica in periodi senza neve, altrimenti da valutare a seconda della situazione.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
media
Lunghezza
18,2 km
Durata
7:30 h.
Salita
1.100 m
Discesa
1.100 m
Punto più alto
1.446 m
Punto più basso
500 m
Percorso ad anello Panoramico Rilevanza culturale/storica Interesse geologico Passaggio in vetta Dog-friendly

Statistiche

  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
  • 1 Highlights
  • 1 Highlights
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio