Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Sentiero turistico

Passo Lavazè Rif. Torre di Pisa

· 1 review · Sentiero turistico · Val di Fiemme
Immagine del profilo di deletedUser
Responsabile del contenuto
deletedUser
Mappa / Passo Lavazè Rif. Torre di Pisa
m 2800 2600 2400 2200 2000 1800 1600 16 14 12 10 8 6 4 2 km
Escursione da passo Lavazè al rifugio torre di Pisa
media
Lunghezza 17,3 km
6:35 h.
1.024 m
1.024 m
2.675 m
1.790 m

Bella escursione nelle montagne tra il Tentino e Alto Adige.
L'escursione inizia presso il passo Lavaze dove è possibile parcheggiare. Si percorre un breve tratto della strada che dal passo scende verso la val d'Ega. Raggiano la malga Daiano si prende a destra per la strada forestale, al primo bivio, ancora in prossimità della malga si prende a sinistra seguendo in segnavia 9. Al nostro passaggio la segnaletica non era chiara, i cartelli segnavia direzioni non coerenti.
Si segue la strada forestale el bosco per un lungo tratto. La strada lentamente si restringe lasciando il posto ad un sentiero ampio che per un tratto scende. il fono non è sempre comodo in particolare bisogna prestare attenzione alle radici esposte molto scivolose.
Il sentiero esce dal bosco sotto gli impianti di risalita di passo Pampeago seguendo i quali si riprende quota fino a raggiungere i passo stesso.

Da passo Pampeago si prende la strada che porta al passo Feudo, segnavia 504 e da lì il sentiero che sale verso il rifugio torre di Pisa segnavia 516. La salita al rifugio inizia su un pascolo che dopo un centinaio di metri di dislivello lascia il posto al classico sentiero di montagna con fondo pietroso.

Nella parte finale del percorso, il rifugio già si vede, si attraversa una valletta ed inizia un tratto più impervio che richiede un po’ di calma soprattutto quando ci sono molti escursionisti.
In particolare chi come me gira con dei cani è preferibile in tratti, esposti e sconnessi, lasciare i cani liberi per non mettere in pericolo loro e voi. Ovviamente bisogna portare massimo rispetto per tutti le persone che si trovano sul sentiero, lasciare il cane indietro con un compagno di escursione, andare avanti oltre il punto esposto, aspettare che non ci siano persone lungo il percorso e chiamerei il cane.

Il ritorno si fa seguendo lo stesso percorso.

Difficoltà
media
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
2.675 m
Punto più basso
1.790 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Indicazioni sulla sicurezza

  • Preparare l’itinerario. Scegliere un percorso adatto alla preparazione. Per progredire è giusto mettersi alla prova l’importante è non esagerare e tenersi aperto un piano B. Chiedere informazioni alle sezioni CAI/SAT o ai rifugi della zona sullo stato dei sentieri, eventuali sentieri chiusi per smottamenti, neve (in particolare primavera) o lavori. Le mappe sono stampate anni prima e spesso i sentieri segnati non ci sono più o sono stati spostati.
    Chi, come me, fa le sue escursioni con un cane deve provvedere anche ai suoi bisogni. Verificare che il percorso sia adeguato a lunghezza e difficoltà, se lungo il percorso ci sono sorgenti d’acqua (in genere i cani possono bere quasi ovunque) altrimenti si deve caricare sulle spalle anche la sua acqua.
  • Scegliere equipaggiamento e attrezzatura idonei. Non riempire zaini di cose poco utili che poi si deve portare a spasso. E non dimenticare un minimo di pronto soccorso (anche per il cane). Portare con sé un cellulare, sempre carico, spento, dedicato solo alle emergenze perché si sa! quando succede qualche imprevisto se c’è campo il cellulare è scarico. 
  • Consultare I bollettini metereologici. Anche se spesso sbagliano non è il caso di correre rischi nel dubbio organizzare l’escursione dove i piedi poggiano bene a terra e l’unico pericolo di un acquazzone è uscirne bagnati fradici.
  • Non partire mai soli (nemmeno per andare a funghi). Lasciare detto dove si svolge l’escursione e non cambiare itinerario all’ultimo momento. In caso di evento improvviso avvisare che si è al sicuro (esperienza diretta)
  • Non esitare a tornare indietro. Il tempo che è cambiato improvvisamente, il tempo di percorrenza stimato è risultato errato, il sentiero trovato è diverso da quello che ci si aspettava o non c’è più, tornare indietro spesso è la cosa migliore.

  • in caso di incidente chiamare il numero breve 112.

Partenza

Passo Lavazè (TN) (1.809 m)
Coordinate:
DD
46.354895, 11.493675
DMS
46°21'17.6"N 11°29'37.2"E
UTM
32T 691850 5136502
w3w 
///giocosi.estivi.piovuto

Arrivo

Passo Lavazè (TN)

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Coordinate

DD
46.354895, 11.493675
DMS
46°21'17.6"N 11°29'37.2"E
UTM
32T 691850 5136502
w3w 
///giocosi.estivi.piovuto
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

4,0
(1)
Immagine del profilo di Edoardo Rudella
Edoardo Rudella
19.07.2020 · Community

Foto di altri utenti


Recensione
Difficoltà
media
Lunghezza
17,3 km
Durata
6:35 h.
Salita
1.024 m
Discesa
1.024 m
Punto più alto
2.675 m
Punto più basso
1.790 m

Statistiche

  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio