Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Sentiero turistico Percorso consigliato

Lamon Le Ej-Passo Brocon-Coppolo-Lamon Le Ej

· 1 review · Sentiero turistico · Lamon
Responsabile del contenuto
CAI Dolomiti Bellunesi Partner verificato 
  • Lungo il primo tratto di salita nei pressi delle Ciaie del Taiol
    / Lungo il primo tratto di salita nei pressi delle Ciaie del Taiol
    Foto: Stefano Zannini, CC BY-SA, CAI Dolomiti Bellunesi
  • / La targa commemorativa al pilota Josef Tiss
    Foto: Stefano Zannini, CC BY-SA, CAI Dolomiti Bellunesi
  • / Vista dalla cima di San Donato verso la Mezzaluna
    Foto: Stefano Zannini, CC BY-SA, CAI Dolomiti Bellunesi
  • / Nei pressi della Mezzaluna, lungo il sentiero CAI 821
    Foto: Stefano Zannini, CC BY-SA, CAI Dolomiti Bellunesi
  • / Il tratto del sentiero 821 sotto i salti di roccia della cresta del Coppolo
    Foto: Stefano Zannini, CC BY-SA, CAI Dolomiti Bellunesi
  • / Lungo il sentiero CAI 821, tra i salti di roccia del Coppolo e i panorami verso le Prealpi e il Grappa
    Foto: Stefano Zannini, CC BY-SA, CAI Dolomiti Bellunesi
m 2200 2000 1800 1600 1400 1200 1000 16 14 12 10 8 6 4 2 km Monte Coppolo - Cima di San Donato Albergo-Ristorante Al Tajol
Itinerario che regala il magnifico panorama della Cima di San Donato (2069 m) e che permette di entrare nello storico e selvaggio mondo del Coppolo.
difficile
Lunghezza 17,8 km
6:30 h.
1.079 m
1.079 m
2.069 m
1.260 m
Il percorso si sviluppa per intero lungo sentieri CAI e presenta diversi spunti di interesse: lungo la salita iniziale percorriamo il Sentiero della Memoria, così chiamato per la presenza di diverse tabelle che richiamano all’inutilità della guerra e la ferocia degli uomini e una piccola deviazione ci permette di visitare il monumento dedicato a Josef Kiss (il "Cavaliere del Cielo", vedi note). Il Sentiero del Gramolir regala i silenzi e il profumo di selvaggio del versante nord del Coppolo, mentre i panorami meravigliosi della cima spaziano a 360º dal Gruppo del Grappa ai Lagorai, dalle Vette Feltrine alle Pale di San Martino.
Immagine del profilo di CAI Feltre
Autore
CAI Feltre
Ultimo aggiornamento: 12.12.2021
Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Livello di rischio
Punto più alto
Cima di San Donato, 2.069 m
Punto più basso
Lamon Le Ej, 1.260 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Possibilitá di ristoro

Albergo-Ristorante Al Tajol

Indicazioni sulla sicurezza

Nel tratto tra la Mezzaluna e la cima del Coppolo sono presenti un paio di passaggi che richiedono attenzione e abitudine a terreni sassosi e scivolosi (alcune corde metalliche ne facilitano il superamento). L'ulteriore presenza di tratti abbastanza esposti rende questo itinerario adatto ad escursionisti esperti.

Itinerario da evitarsi in presenza di neve e ghiaccio.

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

Josef Kiss aveva al suo attivo 113 missioni di guerra, 19 vittorie ed era già stato ferito gravemente in un duello aereo sopra i cieli della Valsugana quando decollò per l’ultima volta da Pergine col suo Caccia Phonjix D-II con altri due aviatori. I tre velivoli austriaci vennero intercettati da diversi aerei italiani e inglesi sopra Lamon e colpiti da svariate raffiche. Due riuscirono a fuggire, Kiss affrontò da solo sei degli aerei nemici e alla fine il suo aereo crivellato dai colpi precipitò su un costone del Monte Coppolo. Il corpo venne recuperato e sepolto in alta uniforme nel cimitero militare di Pergine. La fidanzata, una perginese, non si sposò mai e si recò tutti i giorni sulla sua tomba portando fiori freschi per cinquantadue anni, fino alla sua morte. Gli stessi nemici onorarono la memoria del “Cavaliere del Cielo”, che evitava sempre di sparare a freddo su un pilota abbattuto e trattava con rispetto i nemici imprigionati, passando sopra Pergine con una squadriglia di aerei e lanciando una corona commemorativa come “ultimo omaggio per il nostro coraggioso avversario”. Erano altri tempi, si usava “duellare” nei cieli come poco tempo prima i cavalieri duellavano a cavallo, ma sempre di guerra e di morte si tratta.

[Fonte: Internet]

Partenza

Lamon Le Ej (1.260 m)
Coordinate:
DD
46.069256, 11.727195
DMS
46°04'09.3"N 11°43'37.9"E
UTM
32T 710906 5105358
w3w 
///riprese.atteso.scherzo

Arrivo

Lamon Le Ej

Direzioni da seguire

Dalla località Le Ei si seguono le indicazioni del nuovo sentiero CAI 821 che, inizialmente su terreno boschivo e poi via via su fondo sassoso, permette di raggiungere la zona pietrosa delle Ciaie del Taiol.

I primi panorami sulle Vette Feltrine e il massiccio del Grappa cominciano a fare capolino, mentre il sentiero ci porta nei pressi del monumento dedicato al pilota ungherese Josef Kiss (traccia che parte sulla destra del sentiero a quota 1730 m), pilota dell'aviazione dell'allora Impero Austro-Ungarico che venne abbattuto in questa zona il 24 maggio 1918.

Lungo il sentiero si trovano ora alcune targhe che ricordano il periodo della Grande Guerra, mentre il sentiero ci porta a quota 1780 m in corrispondenza di un bivio: sulla sinistra prosegue il sentiero CAI 821 che si dirige alla cima del Coppolo, sulla destra invece imbocchiamo il sentiero CAI 822 che percorre il Sentiero del Gramolir e che, aggirando il Coppolo sul suo versante orientale, permette di ammirare dei panorami grandiosi sulla Val Cismon, le Vette Feltrine e poi le Pale di San Martino e i Lagorai.

Il sentiero si snoda facile, spesso ampio e dopo qualche centinaio di metri dal bivio, entra nel bosco permettendo, nella stagione primaverile ed estiva, di godere della vista e dei profumi di diverse varietà di fiori. Proseguendo sempre in quota, il sentiero ci porta alla Malga Valarica di Sopra nei pressi del Passo Brocon, da dove ci si innesta sul sentiero 393 che dal medesimo Passo porta alla "cima di San Donà" del Coppolo.

La salita si svolge inizialmente su strada sterrata e poi su sentiero, con un paio di passaggi dove prestare attenzione, lungo la bellissima e panoramica cresta che questa volta è rivolta a ovest e ci apre la vista alla catena dei Lagorai e le Prealpi Vicentine.

La vista dalla cima del Coppolo è a 360 gradi e rappresenta il premio migliore per la fatica profusa per arrivarci.

La discesa avviene lungo il sentiero CAI 821 che, fino alla Mezzaluna, richiede attenzione soprattutto in un paio di passaggi dove è opportuno appoggiare le mani. Una volta giunti alla Mezzaluna (ampia forcella che divide la parte occidentale da quella orientale della cresta del Coppolo), il sentiero comincia a scendere sul versante meridionale ed è accompagnato da una vista molto suggestiva dei salti di roccia del massiccio montuoso. 

Mantenendosi tutto sommato in quota, il sentiero ci riporta al bivio incontrato durante la salita, dove si svolta bruscamente a destra e si comincia la discesa verso la località Le Ei.

 

 

 

Dalla località Le Ej seguiamo le indicazioni del sentiero CAI 821 che, inizialmente su terreno boschivo e poi via via su fondo sassoso, ci permette di raggiungere la zona pietrosa delle Ciaie del Taiol.

I primi panorami sulle Vette Feltrine e il massiccio del Grappa cominciano a fare capolino, mentre il sentiero ci porta nei pressi del monumento dedicato al pilota ungherese Josef Kiss (traccia che parte sulla destra del sentiero a quota 1730 m), pilota dell'aviazione dell'allora Impero Austro-Ungarico che venne abbattuto in questa zona il 24 maggio 1918.

A quota 1780 m ci imbattiamo in un bivio: sulla sinistra prosegue il sentiero CAI 821 che si dirige alla cima del Coppolo (la nostra via di rientro), sulla destra invece il sentiero CAI 822 percorre il Sentiero del Gramolir e si dirige verso il Passo Broccòn. Imboccato quindi il sentiero che rimane sulla destra, superiamo agevolmente un paio di piccole forcelle attraversando quasi in falsopiano il versante orientale del Coppolo e giungendo al bivio per la Baita dei Cacciatori ai Leib (traccia che si stacca sulla destra in discesa). Proseguendo invece lungo il nostro sentiero entriamo nei silenziosi e selvaggi versanti settentrionali del Coppolo e, alternando tratti pianeggianti con altri in discesa, giungiamo ai prati aperti di Malga Valarica e del Passo Broccòn.

Qualche minuto dopo aver superato la malga ci imbattiamo nel sentiero SAT 393 (quota 1750 m circa) che seguiamo in direzione sud verso la cima occidentale del Coppolo (Cima di San Donato). Inizialmente su prati e pendenze modeste, e nel tratto finale con alcuni passaggi in cresta che richiedono attenzione, raggiungiamo la cima dove il panorama si apre improvvisamente a 360º.

Dalla cima seguiamo quindi le indicazioni del sentiero CAI 821 e iniziamo il tratto più tecnico del nostro anello; circa una decina di minuti dopo aver lasciato la cima, superiamo infatti un brevissimo tratto dove può essere necessario appoggiare le mani (presenza di corde metalliche). Un volta superato questo passaggio raggiungiamo la Mezzaluna, un'ampia forcella che divide la parte occidentale da quella orientale della cresta del Coppolo. Dopo essere scesi di qualche metro iniziamo un tratto di circa 1 km in leggera discesa, in alcuni passaggi un po' esposto, che ci porta a ricongiungerci con il Sentiero della Memoria percorso in salita. 

 

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Come arrivare

Dopo aver raggiunto Lamon, portarsi nella piazza principale e seguire le indicazioni per Le Ei; la strada è completamente asfaltata e in circa 9 km porta al punto di partenza dell'itinerario.

Dove parcheggiare

Ampi parcheggi disponibili a Le Ei.

Coordinate

DD
46.069256, 11.727195
DMS
46°04'09.3"N 11°43'37.9"E
UTM
32T 710906 5105358
w3w 
///riprese.atteso.scherzo
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Attrezzatura

Sono consigliati scarponi da montagna.

Equipaggiamento per l'escursionismo

  • Scarpe da trekking o scarpe da avvicinamento robuste, comode e impermeabili
  • Abbigliamento multistrato traspirante
  • Calze da escursionismo
  • Zaino (telo copri zaino)
  • Protezione da sole, pioggia e vento (cappello, crema solare, giacca e pantaloni impermeabili e antivento)
  • Occhiali da sole
  • Bastoncini da trekking
  • Provviste sufficienti di cibo e acqua
  • Kit di primo soccorso + cerotti per vesciche
  • Kit para bolhas
  • Sacco bivacco
  • Coperta termica
  • Lampada frontale
  • Coltellino tascabile
  • Fischietto
  • Cellulare
  • denaro contante
  • Dispositivi di navigazione /mappa e bussola
  • Informazioni di contatto per emergenza
  • Carta d'identità
  • Le indicazioni sull'equipaggiamento sono generate a seconda dell'attività selezionata. Servono solo come indicazione generale per aiutarti a individuare quello che dovresti portare con te.
  • For your safety, you should carefully read all instructions on how to properly use and maintain your equipment.
  • Please ensure that the equipment you bring complies with local laws and does not include restricted items.

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

5,0
(1)
Riccardo Lira 
11.11.2021 · Community
Visualizza di più

Foto di altri utenti


Recensione
Difficoltà
difficile
Lunghezza
17,8 km
Durata
6:30 h.
Dislivello
1.079 m
Discesa
1.079 m
Punto più alto
2.069 m
Punto più basso
1.260 m
Percorso ad anello Panoramico Interesse botanico Passaggio in vetta Passaggio su cresta

Statistiche

  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
Lunghezza  km
Durata : ore
Dislivello  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio