Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Sentiero turisticoPercorso consigliato

Lago Carezza e Labirinto di Latemar (vicino a Vigo di Fassa)

Sentiero turistico · Val d'Ega
Immagine del profilo di Filippo Martin
Responsabile del contenuto
Filippo Martin 
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
  • /
    Foto: Filippo Martin, Community
m 1900 1800 1700 1600 1500 1400 8 6 4 2 km
Il Labirinto di Latemar si raggiunge dal Lago di Carezza, che si trova in Alto Adige. Prende questo nome dal fatto che due secoli fa il Latemar ha causato un’enorme frana creando un vero e proprio labirinto di rocce. E’ un posto che incute mistero e meraviglia: l’escursione inizia dal Lago di Carezza e arriva nella Radura di Mezzo, per immergersi dentro al labirinto.
media
Lunghezza 9,4 km
3:00 h.
446 m
447 m
1.906 m
1.535 m

Questo percorso è molto suggestivo perchè si snoda e si piega tra le rocce franate dal Latemar nel 1700.

Possiamo vedere un paesaggio quasi lunare, pieno di sassi e con una vegetazione che cresce tra le pietre. Viene chiamato labirinto perché quando si è in questo luogo si ha la sensazione di essersi persi, sembra infatti non esserci nessun passaggio per uscire ma solo grandi rocce ciclopiche.

Solo i segni bianchi e rossi sulle rocce e in alcuni tratti gli omini, ci aiutano a trovare la direzione giusta per uscire, altrimenti sarebbe davvero difficile. Il percorso non è lineare, le rocce sono basse e bisogna aiutarsi con le mani ed accucciarsi in certi punti per poter proseguire. E’ un percorso avventuroso che piace molto ai più piccoli perché sembra quasi che tutto ciò che è intorno a noi non sia del tutto reale.

Per l'itineraio completo e tutte le informazioni utili, vai qui: https://montagnamadeinitaly.it/escursione-labirinto-di-latemar-lago-di-carezza/

Difficoltà
media
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1.906 m
Punto più basso
1.535 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Indicazioni sulla sicurezza

Il percorso in sé non è pericoloso ma nemmeno semplicissimo. Ci sono dei punti in cui può essere più faticoso camminare, soprattutto se si hanno dei bambini con sé. E’ una gita avventurosa ma allo stesso tempo impegnativa. All’interno del labirinto i bambini è meglio tenerli per mano. Meglio non avere con sé troppi accessori ingombranti perché le rocce sono piuttosto basse. In alcuni punti è necessario salire e scendere dalle rocce per poter proseguire.

Non sono presenti comunque tratti esposti.

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

Si raccomanda sempre una preparazione fisica idonea per il tipo di escursione. In caso di maltempo o dubbio sulla propria capacità nell’affrontare la salita, rinunciate, la montagna non si sposta mai e ci sarà sempre una prossima occasione!

Il sottoscritto non è responsabile di alcuna perdita, danno o infortunio derivato dalla visione o uso di queste informazioni.

Partenza

Lago Carezza (1.536 m)
Coordinate:
DD
46.410049, 11.575347
DMS
46°24'36.2"N 11°34'31.2"E
UTM
32T 697933 5142831
w3w 
///esserti.regnava.cubetto

Arrivo

Labirinto Latemar

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Dove parcheggiare

Lago Carezza, parcheggio a pagamento (quando sono stato io accettavano solo contanti!)

Coordinate

DD
46.410049, 11.575347
DMS
46°24'36.2"N 11°34'31.2"E
UTM
32T 697933 5142831
w3w 
///esserti.regnava.cubetto
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto

Attrezzatura

Si tratta di un sentiero di montagna non regolare viste le numerose rocce presenti nella parte del labirinto, quindi è importante indossare l’abbigliamento adatto, in primis scarponi preferibilmente con suola Vibram,  Ricordiamo di portare borraccia d’acqua e pranzo al sacco perché non ci sono punti di appoggio. Da non sottovalutare una buona crema solare e una giacca antivento per quando si arriva al punto più alto ovvero quasi 2.000 metri o comunque se si trova un pò di nuvole che nascondono il sole. Ovviamente più si utilizza un abbigliamento tecnico, meglio è, quindi meglio avere una t-shirt traspirante e vestirsi in base alla temperatura che ci sarà il giorno dell'escursione, considerando anche che il meteo in montagna può cambiare velocemente! Se farà fresco avrai bisogno di un pile.

Secondo la mia opinione una delle cose più importanti da avere sono dei buoni scarponi con suola Vibram!

Non meno importante avere sempre un K-way dentro allo zaino, in caso di pioggia!

Se ti serve qualsiasi articolo da montagna, visita il nostro negozio online e le numerose ed utili recensioni --> VAI AL NEGOZIO


Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
media
Lunghezza
9,4 km
Durata
3:00 h.
Salita
446 m
Discesa
447 m
Punto più alto
1.906 m
Punto più basso
1.535 m
Panoramico Adatto a famiglie e bambini Interesse geologico

Statistiche

  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio