Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Sentiero turisticoPercorso consigliato

Cima Parì: giro ad anello tra creste e trincee

Sentiero turistico · Garda Trentino
Immagine del profilo di Eleonora Aste
Responsabile del contenuto
Eleonora Aste
  • Bocca de Caret
    / Bocca de Caret
    Foto: Eleonora Aste, Community
  • / La vista sul lago di Ledro
    Foto: Eleonora Aste, Community
  • / Il percorso in cresta
    Foto: Eleonora Aste, Community
  • / Bocca Dromaè
    Foto: Eleonora Aste, Community
  • /
    Foto: Eleonora Aste, Community
  • / Sguardo verso Ovest
    Foto: Eleonora Aste, Community
  • / Sguardo verso Est da Cima Parì
    Foto: Eleonora Aste, Community
m 2000 1900 1800 1700 1600 1500 1400 1300 12 10 8 6 4 2 km
Semplice escursione ad anello a Cima Parì e al rifugio Nino Pernici.
facile
Lunghezza 12,4 km
3:45 h.
767 m
767 m
1.960 m
1.440 m

Dal paese di Lenzumo, seguiamo le indicazioni per Malga Trat (1502 m) e percorriamo in macchina circa 6,5 km fino al posteggio appena sotto alla malga. Dal posteggio, saliamo la strada forestale fino all'alpeggio per poi imboccare il sentiero n. 435 "Jacopo Santoni" che in poco meno di un'ora porta alla Bocca de Carét (1804 m).

Da qui scendiamo pochi metri fino a raggiungere la Bocca de Savàl (1740 m) e un piccolo stagno; lo affachiamo e seguiamo la traccia in direzione Sud-Est che porta a Cima Parì (1990 m) in circa 45 minuti di cammino. 

La cima sorge su una panoramica piramide erbosa che fu ampiamente fortificata dagli austriaci durante la Prima Guerra Mondiale. Lungo tutto il percorso sono presenti infatti numerosi ruderi che testimoniano l'importanza strategica del luogo come crocevia e punto riparato in prossimità delle prime linee.

Dalla croce si può ammirare il lago di Ledro dall'alto e persino intravedere il blu del lago di Garda. Ad Ovest si sviluppa tutto il gruppo dell'Adamello e del Brenta, gli sguardi più attenti scorgeranno anche un pezzettino del lago di Molveno.

Proseguiamo in cresta lungo la dorsale che sovrasta a nord la Valle di Ledro, per circa un chilometro e mezzo, fino a raggiungere Bocca Dromaè (1680 m). Qui incrociamo il sentiero n. 413, parte del Seniero della Pace, che ci riconduce al crocevia appena sotto la Bocca di Savàl. Seguiamo le indicazioni per il Rifugio Nino Pernici (1600 m) e in poco meno di un'ora raggiungiamo la struttura. 

Il giro ad anello si chiude percorrendo il breve tratto di strada dal rifugio alla Bocca di Trat e proseguendo poi sul sentiero n. 403 che riporta a Malga Trat e al posteggio.

Difficoltà
facile
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1.960 m
Punto più basso
1.440 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Partenza

Coordinate:
DD
45.922577, 10.759342
DMS
45°55'21.3"N 10°45'33.6"E
UTM
32T 636419 5086950
w3w 
///stampe.copriti.melograno

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Coordinate

DD
45.922577, 10.759342
DMS
45°55'21.3"N 10°45'33.6"E
UTM
32T 636419 5086950
w3w 
///stampe.copriti.melograno
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto

Domande e risposte

Fai la prima domanda

Vuoi chiedere una domanda all'autore?


Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community


Foto di altri utenti


Difficoltà
facile
Lunghezza
12,4 km
Durata
3:45 h.
Salita
767 m
Discesa
767 m
Punto più alto
1.960 m
Punto più basso
1.440 m
Percorso ad anello Andata e ritorno Panoramico Punti di ristoro lungo il percorso Rilevanza culturale/storica Percorso consigliato Passaggio in vetta Interesse botanico

Statistiche

  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio