Crea percorso fino qui Copia il percorso
Mountain bike Percorso consigliato

Tour Val di Peio N°701

· 1 review · Mountain bike · Val di Sole, Pejo e Rabbi
Responsabile del contenuto
APT Valli di Sole, Peio e Rabbi Partner verificato  Explorers Choice 
  • Lago Palù
    Lago Palù
m 2400 2200 2000 1800 1600 1400 1200 1000 35 30 25 20 15 10 5 km Malga Frattasecca Malga Frattasecca Lago di Pian Palù Il Fontanino Baita Tre Larici
Attraverso questo percorso si cambiano molti versanti e scenari, un vero tuffo nell'ambiente incontaminato del Parco Nazionale dello Stelvio. Di rilievo la piacevole salita lungo una strada militare austriaca risalente alla guerra 1914-1918.
media
Lunghezza 36,1 km
5:00 h.
1.549 m
1.547 m
1.993 m
1.154 m
Percorso estremamente vario e tecnico in ambiente naturale di grande emozione. L’itinerario si sviluppa in Val di Peio ed è completamente immerso nel Parco Nazionale dello Stelvio dove è possibile incontrare numerosi animali selvatici da osservare in silenzio rispettando il loro habitat.

Consiglio dell'autore

Al Fontanino assaggiate le acque minerali ferruginose.
Immagine del profilo di APT Valli di Sole, Peio e Rabbi
Autore
APT Valli di Sole, Peio e Rabbi
Ultimo aggiornamento: 02.08.2022
Difficoltà
S0 media
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1.993 m
Punto più basso
1.154 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Tipo di strada

Mostra il profilo altimetrico

Indicazioni sulla sicurezza

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando gli uffici turistici.

Consigli e raccomandazioni aggiuntive

Tour guidati organizzati da:

 

Partenza

Pista Ciclabile - località Cogolo di Peio (1.155 m)
Coordinate:
DD
46.349410, 10.693841
DMS
46°20'57.9"N 10°41'37.8"E
UTM
32T 630329 5134264
w3w 
///strato.attorno.svelta
Mostra sulla mappa

Arrivo

Pista Ciclabile - località Cogolo di Peio

Direzioni da seguire

Dall’abitato di Cogolo (parcheggio adiacente alla Chiesa) ci si trasferisce a Celledizzo (da vedere la cappella di S. Antonio con pitture murali di Giovanni e Battista Baschenis, del 1473 e il Museo Etnografico del legno ospitato presso l’antica segheria restaurata) dove, superato il centro del paese, si segue una strada sterrata tra i prati che fanno da contorno in direzione della Malga Borche (un occhio attento legge ancora sul terreno la traccia delle antiche miniere di ferro del luogo, attive fra il XIV ed il XVIII secolo). Dopo qualche chilometro con pendenza moderata e costante la strada entra nel bosco di abeti, sino ad un bivio con indicazioni a sinistra per Coronaccia-Malga Pontevecchio. La strada nel bosco misto di pino cembro e abete rosso supera vari rivi che discendono dalle cime circostanti, divenendo sentiero per un breve tratto per poi discendere alla Malga Pontevecchio (1.762 m). Da questa posizione è frequente avvistare l’aquila che vola alta nel cielo a caccia dei piccoli dei camosci che tranquillamente brucano sugli spogli e ripidi pendii.

Da qui si discende per un breve tratto incontrando la strada asfaltata di servizio alla centrale idroelettrica posta in loc. Malga Mare (2.031 m). Si scende lungo la strada asfaltata per circa un chilometro fino a trovare la svolta sulla destra. Da qui si arriva fino al Paese di Peio con un lieve dislivello in salita passando vicino al Centro visita del Parco Nazionale dello Stelvio (Malga Tarè) che merita una visita. Si supera l'abitato di Peio e si prosegue sulla strada vecchia fino a ricongiungersi con la strada asfaltata che porta al Fontanino. 

Superati i vasti spazi prativi la strada, con una decisa salita, entra nel rado bosco di abeti e larici giungendo ad uno spiazzo a destra in prossimità della Malga Termenago di Sotto (Frattasecca). Sulla sinistra si intravede fra i larici la sagoma del fortino Barba di Fior (costruito verso il 1910). Abbandonata la strada per Pian Palù si imbocca sulla destra una strada boschiva che sale a fianco della Malga con pendenza moderata. La strada, costruita dagli austriaci prima della guerra 1914-1918, è un esempio di solidità e di saggezza costruttiva; in prossimità del percorso sono inoltre visibili resti di fortificazioni militari chiamati “stoi” recentemente recuperati. Vi si incontrano numerosi tornanti con aree attrezzate per la sosta dove è possibile ammirare nel silenzioso e aromatico bosco di pino cembro le alte cime innevate della Valle. Superata la località Vegaia (1.980 m), punto più alto dell’escursione, si attraversa in basso la Val degli Orsi giungendo alla Malga Giumella, che prende il nome dall’alta cima che la sovrasta. La Malga, posta in posizione dominante permette una bella vista sull’invaso azzurro-verde di Pian Palù (esso risale agli anni Trenta). Si discende in direzione del lago per stradina ciottolosa fino alla diga. Da qui attraverso comoda strada sterrata si arriva alla località Fontanino nota per la sorgente di acque minerali di indubbio valore (non sfugga il Fontanino di Celentino, sulla destra del torrente). Da qui parte un divertente single track che affianca la strada asfaltata che si imbocca dopo circa un chilometro. La strada asfaltata è veloce ma stretta (attenzione alle automobili) e ci conduce nuovamente all’abitato di Peio Fonti. In corrispondenza della partenza della Funivia Pejo Fonti - Tarlenta si prende al strada a sinistra che successivamente diventa sterrata e porta al Campeggio Val di Sole. Dal campeggio in strada asfaltata si arriva fino al primo tornante della strada per Pejo dove parte strada forestale recentemente sistemata che ci riporta al punto di partenza dell'itinerario.

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Mezzi pubblici

Possibilità di salire fino a Peio Fonti con autobus.

Come arrivare

Da Bergamo-Brescia: seguire la SS42 del Tonale.

Da Bologna-Verona e dal Brennero: A22 del Brennero uscita Trento Nord per chi proviene da sud, uscita San Michele all’Adige per chi proviene da nord. Proseguire in direzione Cles, Val di Non, lungo la SS43 e, superato Cles, imboccare la SS42 , direzione Passo del Tonale, Val di Sole.

Dove parcheggiare

In zona centrale lungo la strada nell'abitato di Cogolo di Peio.

Coordinate

DD
46.349410, 10.693841
DMS
46°20'57.9"N 10°41'37.8"E
UTM
32T 630329 5134264
w3w 
///strato.attorno.svelta
Mostra sulla mappa
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Cartine consigliate

Mostra tutto

Attrezzatura

Consigliamo sempre di portare con se un kit di riparazione: camera d'aria, pompa, mastice, toppe e un set di attrezzi per le riparazioni veloci.

Domande e risposte

Domanda da Davide Capellini · 01.03.2022 · Community
Quanto strada asfalta c'è?... Ci piacerebbe fare il giro, ma che nn sia troppo asfaltata!
Visualizza di più
Risposta da Davide Balter · 01.03.2022 · Community
Poco asfalto, soprattutto sterrato o Trail

Recensioni

5,0
(1)
Alessandro Sottil
03.11.2020 · Community
Bellissimo tour fatto in e-bike ,con panorami fantastci e con sosta pranzo baita 3 larici consiglio traccia gpx
Visualizza di più

Foto di altri utenti


Recensione
Difficoltà
S0 media
Lunghezza
36,1 km
Durata
5:00 h.
Salita
1.549 m
Discesa
1.547 m
Punto più alto
1.993 m
Punto più basso
1.154 m
Percorso ad anello Panoramico Rilevanza culturale/storica Interesse geologico Interesse faunistico

Statistiche

  • La mia mappa
  • Contenuti
  • Mostra immagini Nascondi foto
Funzioni
2D 3D
Mappe e sentieri
  • 1 Highlights
  • 1 Highlights
Lunghezza  km
Durata : ore
Salita  mt
Discesa  mt
Punto più alto  mt
Punto più basso  mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio