I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Tirolo Paese

Le nuove ali dell'aquila

Un cono di materiale detritico ricoperto di vegetazione, esarazioni glaciali sulla collina Hohenbichl e sulla passeggiata Tappeiner. L’attuale Monte San Benedetto si è formato durante l'ultima glaciazione dall’erosione di grandi masse rocciose. Su di esso venne quindi costruito l'odierno paese di Tirolo.

Castel Tirolo, l'antica residenza dei Conti di Tirolo, è arroccato su una collina di detriti glaciali, alla periferia del paese. Il passato turbolento dell’attuale Museo storico-culturale della Provincia di Bolzano viene illustrato e rappresentato magistralmente dentro le mura del castello. Nei mesi di giugno e luglio nella sala grande del castello, vengono organizzate le "soirées". Sano piacere culinario accompagnato da suoni medievali in una romantica atmosfera cavalleresca.

Solo a pochi metri dalla splendida entrata del castello, si trova il centro di cura per l'avifauna. Su un percorso didattico integrato in modo esemplare nel paesaggio, ci si può avvicinare alla vita affascinante degli uccelli rapaci alpini ed al loro ruolo nel ciclo della natura. Uccelli feriti vengono presi in cura per poi essere rilasciati nuovamente in libertà.

A dieci minuti a piedi dal castello in direzione del centro del paese il sentiero conduce al medievale Castel Fontana. Vi soggiornò, nel 1958, il poeta americano Ezra Pound, che vi compose gli ultimi sei dei suoi 116 "Cantos" per il suo capolavoro "The Cantos". Oggi, il castello ospita il museo provinciale dell’agricoltura.

Molti sentieri del Monte San Benedetto si snodano tra vigneti e frutteti accuratamente progettati. Un sentiero panoramico, uno delle mele e uno del vino. A Tirolo, la viticoltura fiorì già al tempo dei Romani. Tirolo è a questo proposito una delle più antiche regioni vinicole dell'Alto Adige. VinoCulti è l'evento autunnale enologico perfetto per scoprire questa lunghissima tradizione.

Si arriva molto in alto con la funivia Hochmuth che vi porterà sull'Alta Muta. Cinque minuti fino alla stazione a monte (1361 m). Da qui, si va fino alla Muta (2.295 m), nel cuore del Parco Nazionale del Gruppo di Tessa.