I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Römerhof

Tramin a. d. Weinstraße Termeno, Andreas-Hofer-Str. 48 Via Andreas Hofer
Aggiungi alla lista dei preferiti
Invia E-Mail

Römerhof

Tramin a. d. Weinstraße Termeno, Andreas-Hofer-Str. 48 Via Andreas Hofer

Per ulteriori informazioni sulla privacy su sentres cliccare qui

Grazie per la richiesta

Ci sono ulteriori alloggi nelle vicinanze che potrebbero interessarti. Desideri inviare comodamente con un clic una richiesta non impegnativa agli alloggi elencati in seguito?

No grazie

Informationen zu Römerhof

Presso il maso “Römerhof ” la famiglia Giovanett coltiva un’antica varietà di mais che fino a 50 anni fa in Bassa Atesina era conosciuta con il nome di “Tirggplent”. Lavorata secondo antichi metodi, da questa pannocchia dal tipico colore arancione scuro nascono tre varietà di farina di mais senza glutine.

Sul maso Römerhof a Termeno viene prodotto farina di mais.

Farina di mais

Sul Römerhof viene prodotto farina di mais macinata fina, farina di polenta e farina di polenta integrale da 500 g e anche da 1 kg

Pane, pasta e cereali

Un ritorno alle origini: la coltivazione di cereali e la preparazione del pane secondo antiche ricette stanno riprendendo piede. Senza agenti chimici, lavorate a mano e cotte in forno a legna: le farine prodotte nei masi contadini sono il segreto di tante specialità di pane dal sapore e dalla fragranza irresistibili. I cereali a marchio di qualità “Gallo Rosso” provengono dai masi altoatesini dove vengono anche macinati e lavorati. Ciò che rende il pane casereccio così buono è la sua semplicità: dalle farine di produzione propria unite ad acqua e sale nasce un pane sano e genuino, lavorato a mano e dal gusto inconfondibile. Solo così i cereali mantengono tutte le loro proprietà. Da non dimenticare la cottura in forno a legna, che conferisce al pane il suo sapore e la sua fragranza inconfondibili.

Il profumo del pane appena sfornato

Cultura

Bici

Città

Inverno