I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Sellaronda in senso orario

Selva di Val Gardena Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Sellaronda in senso orario

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:00 h
  • Distanza
    57.4km
  • Dislivello
    3380 m
  • Dislivello
    3380 m
  • Altitudine Max
    2464 m
Bell'itinerario in Mountain Bike intorno al Sella.

Itinerario

Itinerario messo a disposizione da Val Gardena Marketing

Dopo un breve riscaldamento da Selva fino all’ingresso della Vallunga, prendete la cabinovia per raggiungere la stazione a monte di Dantercepies. Rapidamente, raggiungerete la discesa di ghiaia in direzione di Passo Gardena, al di sotto del quale ha inizio il primo tratto del tour che richiede una certa esperienza tecnica: il singletrail verso Colfosco, con i suoi 300 m di dislivello, per una discesa all’insegna del divertimento puro. Fate attenzione nella parte superiore, poiché dovrete attraversare un paio di ponticelli di legno, che possono essere molto scivolosi se il fondo è bagnato. Ormai, lo sapete senza ombra di dubbio: avete scelto il tour migliore! La successiva discesa verso Corvara oltrepassa una pronunciata conca della Val Mezdì, fino a raggiungere la cima più alta del Gruppo del Sella, il Piz Boé. 

A Corvara v’attende già la seconda funivia per Col Alto: dalla stazione a monte, potrete ammirare lo splendido panorama sulle pareti meridionali del Sassongher, che svetta di fronte a voi. Dopo una breve discesa, una seggiovia vi consente d’evitare la prima parte della salita fino al Rifugio Bioch, da cui proseguite per Pralongia lungo un percorso vario, composto da tracciati e sentieri attraverso i prati, nonché gradini in salita, sempre al cospetto di panorami mozzafiato, ad esempio su Piz Boé fino alla Marmolada. Se desiderate rendere memorabile questo momento, potete concedervi una sosta al Rifugio Pralongia oppure, dopo una breve ripida discesa lungo la strada di ghiaia, al Rifugio La Marmotta. 

Ora, dovete affrontare la seconda prova tecnica: la scorrevole Alta Via verso Passo Campolongo, il cui perfetto “flow” è interrotto solo da un paio di bruschi gradini. Poi, percorrete brevemente la strada fino alla cima del passo, dove ha subito inizio la prossima incantevole discesa: ripida, ma fantastica da percorrere, lontano dalla strada, lungo uno stretto sentiero in direzione di Arabba

Da Arabba, una cabinovia v’accompagna a Porta Vescovo, a 900 metri d’altitudine, proprio di fronte alla Marmolada, al cospetto di un maestoso panorama sulle cime ghiacciate, alle cui falde potete scorgere il lago artificiale di Fedaia. Inizialmente, la discesa in direzione di Passo Pordoi v’affascina grazie al suo meraviglioso panorama sul Gruppo del Sella, per poi deviare, nella parte inferiore, su un singletrail che consente agli esperti di guida di scatenarsi. Il divertimento termina poco prima della cima del passo, poiché gli ultimi 100 metri di dislivello sono da percorrere lungo la strada.

Direttamente al di sotto di Sasso Pordoi, che tra l’altro un’audace funivia rende accessibile agli escursionisti dall’omonimo passo, ha inizio la prossima discesa mozzafiato del Sellaronda: 850 sorprendenti m di dislivello richiedono ancora la vostra completa concentrazione, nonostante la stanchezza cominci a farsi sentire. Anche al di sotto del Lupo Bianco troverete un altro difficile passaggio: una volta superato, potrete pedalare tranquillamente fino a Canazei, in Val di Fassa, e raggiungere Campitello attraversando un sentiero per i prati. 

Una spaziosa cabinovia porta i ciclisti, spesso accompagnati da appassionati di parapendio e deltaplano, fino a Col Rodella, al di sopra di Passo Sella, superando così gli ultimi 1.000 m di dislivello: lasciatevi incantare dalla magica visione del Sassolungo. Durante il seguente tratto del tour attraverso la Città dei Sassi, sarete probabilmente accompagnati, in alta stagione e nei limpidi fine settimana, da numerosi altri escursionisti e ciclisti. Tuttavia, questo percorso andrebbe comunque effettuato in tutta tranquillità, per ammirare i massi caduti dal Sassolungo, multiformi testimoni del passare dei secoli. 

La successiva discesa ha inizio con un supertrail all’ombra del Sassolungo. A questo punto, potete proseguire il percorso oppure effettuare un’indimenticabile sosta al Rifugio Comici, che sorge a 1,5 km di distanza sul margine del sentiero. Sembra impossibile, ma questo rifugio non vi offre solo la sua posizione meravigliosa, ma anche squisite prelibatezze: la provenienza del pesce fresco, ingrediente principale di alcune ricette che hanno reso famoso il proprietario, è un segreto inviolabile… Non vi resta che lasciarvi deliziare dalla sua arte!

Fortunatamente, il tratto restante del tour fino a Selva è quasi tutto in discesa e con la pancia piena andrete più veloci! Attenzione: questa discesa devia su un sentiero poco visibile, che è facile oltrepassare se non si segue attentamente il roadbook o il GPS (punto 127). Prima di La Selva dovete affrontare anche un’improvvisa salita di 50 m, per poi procedere tranquillamente e allegramente fino a Selva, il punto di partenza del tour.

Inizio dell'itinerario

Associazione turistica di Selva

Arrivo dell'itinerario

Associazione turistica di Selva

Parcheggio

Svoltate a sinistra all’inizio del paese di Selva, prima di Piazza Nives e, nuovamente a sinistra, per accedere all’omonimo parcheggio.
 

Trasporto pubblico

Arrivo

Percorrete l’autostrada del Brennero A22, passando per Innsbruck-Brennero, se arrivate da nord, o per Verona-Bolzano, venendo da sud. Vi consigliamo d’imboccare lo svincolo autostradale di Chiusa/Val Gardena da cui, dopo circa 20 minuti lungo una strada di montagna perfettamente segnalata, raggiungerete Ortisei e, dopo pochi km, Santa Cristina e Selva.

Fonte

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    simone segalin

    Complimenti!! ho scaricato la traccia ancora l' anno scorso e l' ho provato. Il percorso è risultato molto preciso e bello. Lo consiglio a tutti. I panorami che si possono ammirare sono i migliori visitati da me in bici fino ad oggi. Quest' anno proverò il Sellaronda al contrario!!

Mangiare & Bere

Shopping

Natura

Cultura

Alla Homepage