I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Ortles Ronda - giorno 1

Solda Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Ortles Ronda - giorno 1

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    13.3km
  • Dislivello
    1200 m
  • Dislivello
    850 m
  • Altitudine Max
    3110 m
L’avventuroso tour intorno al Massiccio dell’Ortles powered by Trailsucht

Itinerario

Se 20 anni fa qualcuno avesse raccontato che, nel 2014, i biker avreb- bero fatto questo giro del Re Ortles, probabilmente gli avrebbero dato del matto. Ora, invece, è possibile risalire sul fronte del ghiaccia- io, che negli ultimi anni ha divorato una notevole quantità dei ghiacci perenni, ma senza una preparazione ragionevole (fisica e tecnica), quest’avventura è votata al fallimento. A oltre 3000 m l’aria è più rare- fatta e il 90% del tour è caratterizzato da antiche strade militari tutt’in- torno al Massiccio dell’Ortles con ottimi trail da percorrere, soprattutto in discesa. È necessario poter affrontare un grado di difficoltà S3 e non soffrire di vertigini. Il punto più elevato del tour è a 3300 m s.l.m., sul Passo del Cevedale, e circa il 95% del percorso originale si snoda tra i 2000 e i 3000 m. Tutte le ascensioni lo sono di nome e di fatto! (Il 65% dei metri di dislivello sono passaggi con la MTB in spalla o a spinta). Se decidete di affrontare questo tour, ricordate che non è interamente percorribile in sella: spingere o portare la MTB in spalla fa parte del gioco, ma si viene ricompensati con un paesaggio alpino mozzafiato e discese grandiose. Da non sottovalutare l’attraversamento della Vedretta Lunga fino al Rifugio Casati, che non è ripido o esposto, ma richiede la massima cautela. Attenzione ai crepacci! 

 

GIORNO

➊ Funivia di Solda – ➋ Rifugio Città di Milano – ➌ Passo Madric- cio – ➍ Rifugio Nino Corsi

Un’ascensione e una discesa

Partenza nel pomeriggio, prima delle 16, presso la funivia di Solda. Ripida strada d’accesso al ➋ Rifugio Città di Milano. In alternativa: funivia (710 m di dislivello e 4,5 km in meno).

Ascensione: ➌ Passo Madriccio, 3146 m
Lo spettacolo ha inizio con un’ascensione davvero impegnativa dal Rifugio Città di Milano; i biker esperti in uphill ne superano al mas- simo l’80%.

Discesa: dal Passo Madriccio al ➍ Rifugio Nino Corsi, 2256 m. Questa discesa è una delle più incantevoli dell’arco alpino (preva- lentemente S2 con brevi passaggi S4 ed S3). 

Variante

Descrizione delle varianti

Variante 1: dal Rifugio Nino Corsi all’attraversamento del Passo del Cevedale in Valle di Cedec fino al Rifugio Pizzini e poi a Santa Cate- rina o Bormio. Dal Rifugio Pizzini, guardando verso valle, si scorge al di sopra della strada d’accesso a destra un trail che serpeggia lungo il pendio: questo sentiero porta attraverso Confinale di Sopra e Baite Cavallaro all’ingresso della Val Zebrù e poi a Bormio. Questo tratto si percorre in un giorno dal Rifugio Nino Corsi. Se desiderate pernotta- re a Santa Caterina, da Confinale di Sopra si consiglia di farvi ritorno sul trail (incantevole discesa).

Variante 2: Passo Ables. Quest’attraversamento è davvero “un osso duro”, consigliato solo ai più tenaci. Da 2 anni, il tratto superiore del- la strada militare diretta al passo è piuttosto sconnesso o addirittura crollato. In alternativa si consiglia la discesa da Bormio per Torre di Fraele fino al Lago di Cancano in Val di Forcola, da dove si arriva al Passo dello Stelvio attraverso il Passo Pedenolo e la Bocchetta di Forcola (ben agibile). Il paesaggio è magnifico, perfetto se non desi- derate scegliere la strada più breve. Il grado di difficoltà tecnica nelle discese è compreso tra S1 ed S3 con brevi passaggi S4. 

Inizio dell'itinerario

Solda, funivia

Arrivo dell'itinerario

Rifugio Nino Corsi

Specificazione

Ad alta quota, selvaggio, magnifico, incomparabile, unico... sono solo alcune delle caratteristiche che descrivono quest’itinerario di 3 giorni e 1⁄2, consigliato solo ai biker in perfette condizioni fisiche e dalla tecnica impeccabile.

L’Ortles è una bellezza della natura che svetta fiera e imponente, sovra- no incontrastato dell’Alto Adige e vetta più elevata (3905 m) che vanta un massiccio immenso, il cui cuore è composto dallo Zebrù (3735 m), suo fratello minore, e dal Gran Zebrù (3851 m), il fratello maestoso. Queste tre cime sono i fedeli compagni di viaggio di questo tour, in attesa dei loro rispettosi ammiratori. L’itinerario ad alta quota è molto difficile e sconsigliato a chi non ha esperienza a tali altitudini. L’anno scorso sono state introdotte ulteriori varianti, interessanti e utili, che accorciano numerosi passaggi con la MTB in spalla o a spinta. A partire da 200 m al di sotto del Passo del Cevedale sono percorribili tutti i trail. 

Parcheggio

Solda

Trasporto pubblico

Arrivo

Attraverso il Passo Resia oppure Bolzano fino a Solda

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Cultura

Altrui

Alla Homepage