I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Itinerario dei rifugi Alpe di Siusi

Selva di Val Gardena Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Itinerario dei rifugi Alpe di Siusi

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:30 h
  • Distanza
    44.2km
  • Dislivello
    1460 m
  • Dislivello
    1460 m
  • Altitudine Max
    2083 m
L'Alpe di Siusi v’invita a intraprendere una lunga escursione al cospetto di panorami dolomitici mozzafiato

Itinerario


Itinerario messo a disposizione da Val Gardena Marketing

Da Wolkenstein/Selva percorrete inizialmente il tranquillo e suggestivo sentiero escursionistico lungo il Grödner Bach/Rio Gardena fino a St. Christina/Santa Cristina, dove ha inizio la ripida salita su strada fino a Monte Pana: 2 km, per un totale di 240 m di dislivello, che vi offrono un’ottima possibilità di riscaldamento per affrontare i successivi oltre 20 km, essenzialmente in salita. Presso la stazione a valle di Monte Pana immettetevi sulla strada sterrata che, prima in salita e successivamente in discesa, vi consente di raggiungere la Jendertal/Valle Jender, da cui potrete accedere alla Seiser Alm/Alpe di Siusi. In Jendertal/Valle Jender, il tour non prosegue direttamente verso Saltria, bensì vi propone un’escursione intorno al Wolfsbühel, un dolce rilievo a ovest. Su questo placido alpeggio, il sentiero presenta ancora una leggera salita, consentendovi d’ammirare i paesaggi più incantevoli della Seiser Alm/Alpe di Siusi.
La Baita Sanon costituisce la vostra prima possibilità di sosta, rendendo ancora più indimenticabile il breve prolungamento (250 m verso destra al punto di via 42), grazie alle sue prelibate ricette: non esagerate, però, poiché i prossimi km hanno in serbo per voi altri quattro rifugi e non sarà facile scegliere presso quale fermarvi!
Dopo un breve tratto lungo la strada verso Compatsch/Compaccio e percorrendo la suggestiva alta via con il suo magnifico panorama sullo Schlern/Sciliar, potrete raggiungere l’Alpenhotel Panorama (a 380 m di distanza dal punto di via 50). Probabilmente un hotel non dovrebbe essere “ammesso” al “Tour dei rifugi”, ma si tratta di un’occasione imperdibile, poiché sorge su un belvedere con una vista a 360°: non solo potrete ammirare le vicine cime dolomitiche come Langkofel/Sassolungo, Plattkofel/Sassopiatto, Marmolada, Sellagruppe/Gruppo del Sella, Sas Rigais, Geislerspitzen/Cime delle Odle, Rosszähne/Denti di Terra rossa e Schlern/Sciliar con la Santnerspitze/Cima Santner, bensì scorgere perfino le Zillertaler und Stubaier Alpen/Alpi della Valle Zillertal e Alpi Breonie o l’Ortler/Ortles!
Procedete sempre in salita, oltrepassando il tradizionale Rifugio Rosa Alpina, per raggiungere il punto più in quota del tour, poco prima del Rifugio Molignon. Se vi state domandando qual è il rifugio migliore per concedervi una sosta, sappiate che la risposta dipende esclusivamente dai vostri gusti personali: non a caso, avete scelto d’intraprendere questo particolare tour.
Ora, una rapida discesa in direzione di Tirler vi consente di superare un dislivello di 300 m, che affronterete nuovamente in salita lungo la successiva strada sterrata diretta allo Zallinger, l’ultimo rifugio previsto dal vostro itinerario: un’autentica perla preziosa, che vi offre la possibilità d’accomodarvi sulla sua terrazza per ammirare il versante “piatto” del Plattkofel/Sassopiatto verso sud-est, illuminato dai raggi del sole pomeridiano, o per godervi il panorama in direzione di Rifugio Sassopiatto, Palacia, Rifugio Molignon e Rosszähne/Denti di Terra rossa, a sud-ovest.
Gli ultimi 12 km si susseguono principalmente in discesa, al cospetto di Plattkofel/Sassopiatto e Langkofel/Sassolungo, fino a raggiungere il punto di partenza del tour a Selva, felici nonostante la stanchezza. 

Variante

1. Più rifugi: il tour diventa più lungo e impegnativo, se al punto di via 46 non procedete verso sinistra in direzione dell’Hotel Steger Dellai, bensì diritto per Compatsch/Compaccio. Oltrepassando l’Hotel Zorzi e la Malga Jaggl, raggiungerete il parcheggio dello Spitzbühel, da cui salirete fino all’omonimo monte. Dopo aver superato il Rifugio Laurin, presso l’Alpenhotel Panorama, incontrerete il punto di via 50 del tour precedentemente descritto.

2. Attraverso il Rifugio Dialer fino allo Zallinger: potrete arrivare ancora più in quota, se dopo la discesa in direzione del Rifugio Molignon non scendete a sinistra al punto di via 57, bensì salite fino al Rifugio Dialer, dove devierete leggermente a sinistra sull’alta via e dopo 1,5 km nuovamente a sinistra in direzione di Saltria. Dopo 1,4 km raggiungerete il punto di via 60 lungo la salita verso lo Zallinger.

3. Più tracciati: presso il Rifugio Rosa Alpina non procedete leggermente a destra, bensì leggermente a sinistra lungo il sentiero escursionistico 12 in direzione di Saltria e, successivamente, lungo il 12A per Tirler, raggiungendo così il tour precedentemente descritto, al punto di via 58.

Inizio dell'itinerario

Associazione turistica di Selva

Arrivo dell'itinerario

Associazione turistica di Selva

Parcheggio

All’inizio del centro di Selva, svoltare due volte consecutive a sinistra prima di Piazza Nives per accedere all’omonimo parcheggio.

Trasporto pubblico

Arrivo

Autostrada del Brennero A22: Innsbruck-Brennero, arrivando da nord, e Verona-Bolzano da sud. Lo svincolo consigliato è quello di Chiusa/Val Gardena, da cui dopo 20 min circa lungo una strada alpina perfettamente segnalata si raggiunge Ortisei e, dopo pochi km Santa Cristina e Selva. 

Fonte

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Mangiare & Bere

Shopping

Natura

Cultura

Alla Homepage