I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Impegnativa escursione al Corno Bianco

Aldino Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Impegnativa escursione al Corno Bianco

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    2:00 h
  • Distanza
    6.8km
  • Dislivello
    210 m
  • Dislivello
    210 m
  • Altitudine Max
    1725 m
Che cosa collega il Geoparc Bletterbach con il Passo di Oclini, il Corno Bianco e il Corno Nero? Un notevole percorso cicloescursionistico, con molte accoglienti malghe in cui far tappa!

Itinerario

Lasciamo il parcheggio avviandoci sulla strada che scende verso Aldino. Dopo 500 m svoltiamo a destra, salendo per la strada che porta a Malga Schmieder. Questa salita attraverso il bosco all’inizio dell’escursione è tosta ma, una volta superatala, la parte più ostica del percorso è alle nostre spalle. A Malga Schmieder passiamo sulla forestale che, in piano, porta all’ampia radura con Malga Schönrast: un posto di sosta ideale per grandi e piccoli. Al bivio dopo la malga prendiamo la forestale destra (segnavia N. 2A), in direzione Capanna Nuova, che seguiamo in salita costante attraverso il bosco di abeti. Dopo 1,5 km raggiungiamo, in mezzo al bosco, un incrocio con tre possibilità. Scegliamo la forestale all’estrema destra, andando avanti diritti. Dopo un tratto pianeggiante arriviamo a un ulteriore incrocio, al quale ci teniamo nuovamente a destra, seguendo la segnaletica per Malga Laner. Qui conviene in ogni caso fermarsi ad ammirare il paesaggio circostante: il Corno Bianco con il canyon del Bletterbach si erge imponente dietro la malga. Per tornare al punto di partenza seguiamo la strada forestale in direzione del Geoparc.

Variante

I biker tecnicamente più dotati, all’incrocio dopo Malga Schmieder possono proseguire a sinistra in direzione Malga Capanna Nuova. La salita lungo la forestale offre delle belle vedute sul Santuario di Pietralba.
Alla malga si prende la stradina che sulla destra passa in piano accanto allo stagno (non prendere la via che sale a destra!) e la si segue fino a Malga d’Ora. Da qui il Corno Bianco pare quasi di poterlo toccare. Si lascia la malga e, lungo la strada di accesso, si raggiunge la strada principale, seguendola in direzione Passo di Oclini.
Giunti al passo, col Corno Nero a sinistra e quello Bianco a destra, si segue la strada fino al punto più elevato. Qui si diparte a destra una forestale (Geoparc, N. 1) che, in costante salita, si snoda lungo il fianco del monte: una fantastica vista sul Latemar e sul Catinaccio è compresa. La forestale sbocca in una larga ma ripida e in parte sterrata carrareccia. A un incrocio si sta a sinistra seguendo poi la stradina prativa in direzione Geoparc. In corrispondenza del vicino prato il canyon del Blet- terbach si presenta in tutta la sua grandezza e varietà cromatica. Mozzafiato!

Per il ritorno al Geoparc, passando per Malga Laner, si segue la forestale con relativa segnaletica.

Inizio dell'itinerario

Parcheggio Centro Visite Geoparc Bletterbach

Arrivo dell'itinerario

Parcheggio Centro Visite Geoparc Bletterbach

Parcheggio

Parcheggio Centro Visite Geoparc Bletterbach

Trasporto pubblico

Arrivo

Usciti dall’Autobrennero a “Ora/ Egna” si prosegue inizialmente in direzione di Cavalese; dopo Montagna si seguono le indicazioni per il “Geoparc”.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Tab per le foto e le valutazioni

Natura

Cultura

Alla Homepage