I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Il giro Ortles

Solda
difficile
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Il giro Ortles

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    22:00 h
  • Distanza
    78.9km
  • Dislivello
    4490 m
  • Dislivello
    5170 m
  • Altitudine Max
    3247 m
Alta montagna, selvaggio, unico, incomparabile, non copiabile .... queste sono solo alcune delle caratteristiche che descrivono questo tour. Il tour è previsto per 3 giorni e mezzo e può essere consigliato solo a ciclisti con ottime capacità fisiche e di guida.

Itinerario

Se 20 anni fa qualcuno avesse raccontato che, nel 2014, i biker avrebbero fatto questo giro del Re Ortles, probabilmente gli avrebbero dato del matto. Ora, invece, è possibile risalire sul fronte del ghiacciaio, che negli ultimi anni ha divorato una notevole quantità dei ghiacci perenni, ma senza una preparazione ragionevole (fisica e tecnica), quest’avventura è votata al fallimento. A oltre 3000 m l’aria è più rarefatta e il 90% del tour è caratterizzato da antiche strade militari tutt’intorno al Massiccio dell’Ortles con ottimi trail da percorrere, soprattutto in discesa. È necessario poter affrontare un grado di difficoltà S3 e non soffrire di vertigini. Il punto più elevato del tour è a 3300 m s.l.m., sul Passo del Cevedale, e circa il 95% del percorso originale si snoda tra i 2000 e i 3000 m.Tutte le ascensioni lo sono di nome e di fatto! (Il 65% dei metri di dislivello sono passaggi con la MTB in spalla o a spinta). Se decidete di affrontare questo tour, ricordate che non è interamente percorribile in sella: spingere o portare la MTB in spalla fa parte del gioco, ma si viene ricompensati con un paesaggio alpino mozzafiato e discese grandiose. Da non sottovalutare l’attraversamento della Vedretta Lunga fino al Rifugio Casati, che non è ripido o esposto, ma richiede la massima cautela. Attenzione ai crepacci!

 ➊ Funivia di Solda – ➋ Rifugio Città di Milano – ➌ Passo Madriccio – ➍ Rifugio Nino Corsi 
Un’ascensione e una discesa Partenza nel pomeriggio, prima delle 16, presso la funivia di Solda. Ripida strada d’accesso al ➋ Rifugio Città di Milano. In alternativa: funivia (710 m di dislivello e 4,5 km in meno).
Ascensione: ➌ Passo Madriccio, 3146 m 
Discesa:  ➍ Rifugio Nino Corsi, 2256 m. Lo spettacolo ha inizio con un’ascensione davvero impegnativa dal Rifugio Città di Milano; i biker esperti in uphill ne superano al massimo l’80%. Questa discesa è una delle più incantevoli dell’arco alpino (prevalentemente S2 con brevi passaggi S4 ed S3).

Salita:sul ➎ sentiero n° 150 fino al ➏ Passo del Lago Gelato (3239 m). Attraversamento della ➐ Vedretta Lunga fino al ➑ Rifugio Casati

Discesa: dal ➑ Rifugio Casati (3269 m) al ➒ Rifugio Pizzini (2706 m). Breve passaggio S4, S3 nella parte centrale, prevalentemente S2 con grado S1 nella parte inferiore.

Il programma del primo giorno prevede l’attraversamento più in quota, quello della Vedretta Lunga (ghiacciaio), salendo dal Rifugio Nino Corsi al Rifugio Casati, che richiede molto tempo ed energia. Pur essendo una tappa breve, vanno calcolate da 4 a 5 ore fino al Passo del Cevedale. Godendosi un po’ il panorama, facendo una scappata al Passo del Lago Gelato e qualche foto, il tempo vola e, così, verso le 15 si dovrebbe raggiungere il Rifugio Pizzini al di sotto del Passo Zebrù, poiché questo attraversamento inclusa la discesa nell’omonima valle richiede altre 3 ore. Il 75% dei 1400 m di dislivello non è percorribile in MTB, ma fino a 2850 m il sentiero è molto comodo e non eccessivamente ripido. L’ascensione al di sotto del Passo del Lago Gelato fino a 3000 m poi è complicata: aree ripide e MTB in spalla, ma nessun pericolo di caduta. L’attraversamento della Vedretta Lunga è consigliabile solo ai biker esperti di ghiacciai; presenza di crepacci! (Sono necessari i ramponi).Informazioni sulle condizioni del ghiacciaio al sito internet www.südtirolbike.info o presso la Scuola d’Alpinismo Ortler.

GIORNO: Rifugio Pizzinini – Rifugio Tibet

Salita/Discesa

Saita 1: Passo Zebru (310 m)

Discesa Passo Zebrù – ⓫ Val Zebrù – Rifugio Campo (1989 m), un passaggio S5, brevi passaggi S4 e S3, prevalentemente S2

Salita 2: Attraverso SAT n° 23 all'ALpe Salaz, bivio Passo Ables, Passo Ables (3081 m)

Discesa 2: Passo Ables – Cantoniera 2 – Laghetto Alto ⓱ strada Passo dello Stelvio. I primi 100 m S 4. Tanti passaggi S 3 nella parte superiore, prevalentemente S 2

3. Salita

Una giornata impegnativa con un tratto ancora quasi ignoto ai biker. Il dislivello di 300 m per salire all’alta via in direzione dell’Alpe Solaz è tanto arduo ed estenuante da domandarsi: “cosa ci faccio qui?!”. L’alta via, però, premia con i suoi magnifici panorami sulla Valfurva e su Bormio. A partire dall’Alpe Solaz una strada militare porta fino a 2700 m. Da qui, si smette nuovamente di pedalare, superando gli ultimi 300 m di dislivello con la MTB in spalla o a spinta: un momento che risulta particolarmente piacevole, grazie all’incantevole paesaggio. Attenzione: non sottovalutate questo tratto che richiede la massima concentrazione e passo sicuro. Nell’estate 2015, forti temporali hanno notevolmente danneggiato questo trail: il sentiero non è più interamente riconoscibile e le pietre, così come il pericolo di smottamento, sono costanti. Sul Passo Ables il tempo sembra essersi fermato all’epoca successiva alla Prima Guerra Mondiale: il paesaggio, infatti, è costellato d’innumerevoli trincee e, ancora oggi, si possono rinvenire vari oggetti bellici. I primi 100 m di dislivello sono poco agibili (detriti), tuttavia il trail migliora metro dopo metro, terminando poi sulla strada del Passo dello Stelvio, che raggiungerete ebbri di felicità.
Consiglio importante: dal bivio per il sentiero nº 23 sulla strada militare del Passo Ables ci vogliono minimo 5 ore fino al 5 Rifugio Tibet. Se non avete tempo, scendete a Bormio e salite al Rifugio Tibet sulla strada del Passo dello Stelvio.

GIORNO: Rifugio Tibet – Solda

Discesa: Passo dello Stelvio – Tibet Trail – Franzenshöhe – Trafoi – Gomagoi

Salita: Gomagoi – Sulden

Il terzo giorno vi attendono il leggendario trail Tibet fino a Trafoi e l’ascensione a Solda, punto di partenza del tour. L’infinità di tornanti dietro la Punta del Segnale (sentiero nº 22 e nº 13 dal Franzenshöhe) è un’autentica ciliegina sulla torta. 
A Trafoi, alla fine del trail Tibet, si rimane sulla strada fino a Gomagoi e, dopo quest’avventura, si affronta l’ascensione a Solda, l’ultima di un tour indimenticabile…

Variante

Questa variante è la più corta in bici per girare l'Ortles. Ci sono anche altre possibiità più semplici. 

Inizio dell'itinerario

Funivia Solda

Arrivo dell'itinerario

Funivia Solda

Specificazione

Questo tour è molto difficile ed impegnativo. Non consigliato a persone senza esperienza.

Durata: 3.5 giorni (solo ciclisti in forma ce la fanno in 2.5 giorni)

Salita: Tanti passaggi con bici in spalla 

Discese: Livello difficoltà S1-S4

L’Ortles è una bellezza della natura che svetta fiera e imponente, sovrano incontrastato dell’Alto Adige e vetta più elevata (3905 m) che vanta un massiccio immenso, il cui cuore è composto dallo Zebrù (3735 m), suo fratello minore, e dal Gran Zebrù (3851 m), il fratello maestoso. Queste tre cime sono i fedeli compagni di viaggio di questo tour, in attesa dei loro rispettosi ammiratori. L’itinerario ad alta quota è molto difficile e sconsigliato a chi non ha esperienza a tali altitudini. L’anno scorso sono state introdotte ulteriori varianti, interessanti e utili, che accorciano numerosi passaggi con la MTB in spalla o a spinta. A partire da 200 m al di sotto del Passo del Cevedale sono percorribili tutti i trail.

Attrezzatura: Fully con 140 mm rendono il tour più facile. Le discese non sono adatte per ai Hardtrail. Protettori richiesti. 

Parcheggio

Funivia Solda

Trasporto pubblico

Arrivo

Attraverso il Passo Resia o Bolzano a Solda

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Martin Braito

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Mangiare & Bere vicino al tour

Tab per le foto e le valutazioni

Mangiare & Bere

Natura

Cultura