I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Giro di Lavarone, l'altopiano di Freud

Folgaria-Lavarone Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Giro di Lavarone, l'altopiano di Freud

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    2:00 h
  • Distanza
    23.4km
  • Dislivello
    450 m
  • Dislivello
    450 m
  • Altitudine Max
    1348 m
Rispetto al lungo e articolato circuito di Folgaria questo anello del circuito 100 km dei forti richiede certamente meno impegno. È molto più breve ed è complice anche il fatto che l’orografia di Lavarone è meno varia.

Itinerario

Lavarone: lo chiamano l’«altopiano di Freud» a ricordo dei soggiorni che l’illustre studioso viennese vi effettuò agli inizi del secolo scorso, affascinato dalla bellezza del lago. lavarone è anche noto per il Forte museo belvedere Gschwent, il «museo della linea dei Forti».

Descrizione itinerario

Partiamo dalla ➊ piazza di Chiesa (1171 m) e, per viale Dolomiti,
ci dirigiamo verso la frazione albertini. Imboccata la sterrata che sale poco oltre l’abitato, teniamo la strada di sinistra e proseguiamo verso frazione ➋ Sténgheli. Subito dopo la stalla attraversiamo la SP349 e arrivati a Sténgheli imbocchiamo il percorso “lavarone trekking” che aggira a monte l’abitato. Giungiamo a frazione ➌ bertoldi (1200 m). Da qui procediamo fino a località Slaghenaufi e al vicino cimitero austro-ungarico. Proseguiamo per circa 1,5 km salendo l’altura del ➍ tablat (dislivello circa 120 m). attraversati i prati e le piste da sci percorriamo in discesa la sterrata che porta a malga laghetto, senza però raggiungerla: deviamo a destra imboccando la mulattiera che sfiora i prati ➎ dell’Antal e che sbuca sulla SP349. Dopo averla percorsa per circa 250 m in direzione del ➏ passo Cost (1300 m), imbocchiamo a sinistra la forestale dei Camini e in discesa giungiamo in prossimità del ➐ Forte museo belvedere Gschwent (1177 m). Da qui percorriamo a ritroso la stra- da di accesso al forte (asfaltata) e attraversando le frazioni di oseli, birti e lenzi giungiamo ai ➑ masi di Sotto (1106 m). È un tratto di percorso segnato dalle “Stoan Platten”, delimitazioni di pietra dei poderi, tipiche delle aree a colonizzazione tedesco-cimbra. Da loc. lenzi prendiamo la strada per il depuratore e proseguiamo verso sud sbucando in prossimità del ➒ lago (1100 m). Facciamo il giro del lago e infiliamo poco oltre una sterrata che ci porta rapidamente a ➓ Pra’ di Sopra e poi al camping Sole neve, fino a intercettare la ⓫ SP 349 (1080 m). La affianchiamo fino a imboccare la strada per malga Èlbele e località ⓬ Virti. Passando sotto un portico raggiungiamo il ⓭ Comando austro-ungarico e prose- guiamo fino a incrociare nuovamente la SP 349. la attraversiamo, percorriamo un tratto dell’antica strada del lancino e imbocchia- mo la ⓮ sterrata che in media salita ci porta fin sulla sommità del ⓯ monte rust, 1282 m (1,7 km, dislivello 80 m). arrivati ai piedi dell’osservatorio scendiamo l’altura per il sentiero panoramico che ci porta fino all’imbocco di via roma, dalla quale si sbuca nel- la piazza di Chiesa. 

Inizio dell'itinerario

Loc. Chiesa/Lavarone, 1171 m

Arrivo dell'itinerario

Loc. Chiesa/Lavarone, 1171 m

Parcheggio

Loc. Chiesa/Lavarone, 1171 m 

Trasporto pubblico

Arrivo

A) Uscita A22 del Brennero, Rovereto nord via Folgaria; Trento centro via Carbonare
B) Uscita A31 della Valdastico a Piovene Rocchette, poi SS30 

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Tab per le foto e le valutazioni

Alla Homepage