I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Giro alla Croda del Beco

San Vigilio di Marebbe Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Giro alla Croda del Beco

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:30 h
  • Distanza
    40.9km
  • Dislivello
    1180 m
  • Dislivello
    1180 m
  • Altitudine Max
    2328 m
Il Parco Naturale Fanes-Sennes-Braies, con una superficie di oltre 25.000 ettari, è la più vasta area protetta dell’Alto Adige. Uno delle zone centrali del Parco è costituita dall’altopiano di Sennes, la meta di questo itinerario. Esso offre non solo un incomparabile panorama, ma anche una gran varietà di piante. Abeti rossi, larici e pini cembri d’autunno, con il loro gioco di colori, rallegrano l’animo, mentre nei giorni tersi di bel tempo la vista spazia in profondità nella vicina Provincia di Belluno, dove svettano le Dolomiti Ampezzane.

Itinerario


Una vera e propria sfida per il mountain biker è la ripida ascesa (fino al 21 % di pendenza) da Pederù al Rifugio Biella. Essa si svolge in gran parte lungo l’Alta Via delle Dolomiti, una via molto amata che si snoda in tre aree linguistiche: quella tedesca della Val Pusteria, la ladina area di Fanes, e la italiana zona del Passo Falzarego a sud. Consigli per un buon ristoro: Albergo Pederù, Rifugio Fodara Vedla, Rifugio Sennes e Rifugio Biella alla Croda del Beco.

Descrizione itinerario
Partiamo dal Centro Visite del Parco Naturale a S. Vigilio di Marebbe ➊ 1250 m, percorriamo 12 km sulla strada che si snoda in Val di Rudo fino a Pederù ➋ 1540 m, saliamo per la ripida e tortuosa via N. 7 (qualche passaggio con bici spinta a mano) fino al casale di Fodara Vedla ➌ 1970 m; lungo la bella Alta Via (2 brevi passaggi con bici spinta a mano) andiamo fino alla diramazione ➍, qui a sinistra, sempre sulla via N. 7 continuiamo fino al Rifugio Sennes ➎ 2120 m; da qui proseguiamo in direzione est fino alla diramazione ➏, andiamo a sinistra lungo la via N. 6, saliamo in campo aperto fino al Rifugio Biella ➐ 2320 m. Da qui, punto più elevato dell’itinerario, torniamo indietro lungo la via dell’andata fino alla diramazione ➏, scendiamo a sinistra per ca. 300 m, poi percorriamo a destra ➑ il trail fino allo sbocco ➍, scendiamo lungo la via di salita fino all’incrocio ➒ 2010 m. Proseguiamo a destra imboccando il trail, andiamo fino alla via di salita, continuiamo a scendere (attenzione: percorso molto ripido, passaggi su radici affioranti, fondo sdrucciolevole dopo piogge, molti escursionisti sul tracciato nei mesi estivi!) fino a Pederù; da qui lungo la strada torniamo al punto di partenza, il Centro Visite del Parco Naturale (come alternativa da Pederù si può tornare al punto di partenza lungo il sentiero di valle).

Inizio dell'itinerario

S. Vigilio di Marebbe, Centro Visite Parco Naturale, 1250 m

Arrivo dell'itinerario

S. Vigilio di Marebbe, Centro Visite Parco Naturale, 1250 m

Parcheggio

Al punto di partenza

Trasporto pubblico

Arrivo

Autostrada A22 del Brennero, uscita Bressanone Nord, Val Pusteria, Val Badia, S. Vigilio di Marebbe

Fonte

It.52
Autore: Mauro Tumler

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Natura

Cultura

Altrui

Alla Homepage