I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Circumnavigazione del Sassolungo e dello Sciliar

Selva di Val Gardena Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Circumnavigazione del Sassolungo e dello Sciliar

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    6:30 h
  • Distanza
    61.2km
  • Dislivello
    2820 m
  • Dislivello
    2820 m
  • Altitudine Max
    2567 m
Itinerario in Mountain Bike “Hard Core” tra la maestosità delle Dolomiti - Sassolungo e Sciliar le montagne da conquistare

Itinerario

Itinerario: Selva di Val Gardena-Passo Sella-Rifugio Friedrich August-Rifugio Sassopiatto-Sella della Cresta-Rifugio Tierser Alpl-Rifugio Bolzano-Malga Tuffalm-Laghetto di Fiè-Siusi-Castelrotto-Sella di Pinedo-Ortisei-Santa Cristina di Val Gardena-Selva di Val Gardena

Punto di partenza Selva di Val Gardena. In veritá doveva essere solamente un piccolo e tranquillo itinerario domenicale in Mountain Bike…ma visto che insieme a me c’erano altri due veterani di Mountain Bike abbiamo cambiato i nostri piani all’ultimo momento. Tanto per scaldarci un pò siamo risaliti sul Passo Sella. Fin in cima però sono saliti solo Rita e Wernher tanto per “raccogliere” un pò di metri di dislivello in più. Aspettando i due fanatici vennero discusse varie teorie sull’asfalto.

Proseguiamo quindi sul sentiero Friedrich August, a tratti scivoloso in direzione Rifugio Sassopiatto. Il primo Highlight di questo itinerario é il singletrail sopra la Valle di Duron per la Sella della Cresta-Mahlknechtjoch. Qui incontrerete la parte più ripida del percorso con un bel 26% di pendenza che vi porterà fino al rifugio Tierser Alpl. Ora però é ora di mangiare e bere! Mentre mangiavamo le ottime uova al tegamino con Rösti non si sa come ma in qualche modo venne deciso di cambiare il percorso inizialmente programmato.

In ogni modo abbiamo proseguito caricandoci (brevemente e per l’unica volta durante tutto l’itinerario ) la Mountain Bike in spalla per il supertrail verso il rifugio Bolzano-Schlernhäuser. Il caso vuole che al rifugio Bolzano incontriamo proprio il primo scalatore dello Sciliar in Mountain Bike che racconta storie e storielle godendosi il magnifico, praticamente indescrivibile paesaggio. Abbiamo deciso di NON scendere per il sentiero dei turisti bensì per il Prügelsteig verso la malga Tuffalm. Decisamente impegnativo e qualcuno di noi ha rischiato anche qualche bella caduta…

Come ricompensa troviamo un bel sentiero per il bosco che ci porta al fantasmagorico Laghetto di Fiè-Völser Weiher. Qui la tentazione di scendere fino a Bolzano é tanta, ma la bici abbiam voluto quindi ora si continua a pedalare! Ancora un volta per un perfetto Singletrail verso Siusi e dopo purtroppo ci aspetta del noioso asfalto. Quindi tocca alla Sella di Pinedo-Panider Sattel dove c’é veramente bisogno di ulteriore motivazione, soprattutto perché le riserve d’acqua sono finite da un bel pezzo. Mancano solo UCW (abbreviazione dal tedesco per Ulrich-Christina-Wolkenstein ovvero Ortisei-Santa Cristina-Selva) e l’itinerario é completato.

Inizio dell'itinerario

Selva di Val Gardena

Arrivo dell'itinerario

Selva di Val Gardena

Specificazione

Dipende sempre da come si imposta l’itinerario. (Andr)

Parcheggio

Parcheggi a Selva di Val Gardena. Si consiglia il parcheggio presso il Palaghiaccio.

Trasporto pubblico

Arrivo

Uscita A22 Ponte Gardena, proseguire per La Val Gardena fino a Selva di Val Gardena

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire

Shopping

Natura

Cultura

Altrui

Alla Homepage