I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

A Malga Resia nella zona dei Tre Confini

Curon - Resia in Venosta Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour A Malga Resia nella zona dei Tre Confini

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    17.7km
  • Dislivello
    580 m
  • Dislivello
    580 m
  • Altitudine Max
    2030 m
Voglia d’una sgroppata un po’ più sportiva, compensata comunque da una splendida vista sull’Alta Venosta e sul Lago di Resia? Allora basta salire a Malga Resia, nella zona dei tre confini tra Svizzera, Austria e Italia.

Itinerario


Lasciamo il parcheggio puntando verso sud e seguiamo la ciclabile in direzione di Merano. Passando per il Giernhof incrociamo, dopo ca 1,8 km, una larga strada forestale. La risaliamo (segnavia N. 12) verso sinistra in accentuata pendenza. Ora possiamo intravvedere abbastanza bene il campanile fluttuante di Curon Vecchia spuntare dalla acque del Lago di Resia, punteggiato dalle vele di numerosi appassionati del windsurf.Dopo ca. 800 m raggiungiamo nuovamente la strada, che seguiamo per ulteriori 2 km ca. su per la montagna. Segue una breve discesa fino al bivio per Malga Resia (Reschner Alm). Attraversiamo il ponte e seguiamo in costante discesa la vec- chia strada militare della Seconda Guerra Mondiale, in ottimo stato di manutenzione. Durante il tragitto possiamo godere costantemente di una splendida vista sul Lago di Resia e sulle montagne dell’Alta Venosta, fino al massiccio dell’Ortles. Per la discesa a valle seguiamo la strada forestale salendo per ulteriori 200 m. Qui abbiamo raggiunto il punto più elevato e poi la forestale porta in basso; ci aspetta una discesa di 6 km fino a Resia, durante la quale potremo godere di una bella vista sui laghi e pascoli alpini sottostanti.

Variante

Il parcheggio presso la diga del Lago di Resia costituisce anche un ottimo punto di partenza per il giro del Lago di S. Valentino alla Muta. Per farlo prendiamo la ciclabile fino al paese di S. Valentino. Alla Cabinovia Haideralm svol- tiamo a destra; dopo 50 m ca., ancor prima del ponte, seguiamo la via N. 1 a sinistra fino a Case dei Pescatori. Il successivo percorso attraverso la parte sud si snoda in un biotopo ed è pertanto a tratti interdetto al transito ciclistico. Ma qui basta spingere la bici a mano. Arrivati sulla riva ovest raggiungiamo nuovamente la strada che seguiamo fino al ritorno a S. Valentino alla Muta.

Inizio dell'itinerario

parcheggio Cabinovia Schöneben (Belpiano)

Arrivo dell'itinerario

parcheggio Cabinovia Schöneben (Belpiano)

Parcheggio

parcheggio Cabinovia Schöneben (Belpiano)

Trasporto pubblico

Arrivo

da Bolzano si va a Merano e da qui si raggiunge Resia (Val Venosta). Al margine nord del paese si segue l’indicazione per “Piz Schöneben”.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

Natura

Cultura

Alla Homepage