I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Sul Schadler

Malles Venosta Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Sul Schadler

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    4:00 h
  • Distanza
    17.0km
  • Dislivello
    1220 m
  • Dislivello
    1220 m
  • Altitudine Max
    2948 m
Il Schadler nella zona del Sesvenna nell'Alta Val Venosta

Itinerario


Al Rifugio Sesvenna; attraversiamo il paese andando diritti alla Malga Slingia (Schliniger Alm) e da qui alla teleferica. In leggera salita ci portiamo sotto la Schwarze Wand (Parete Nera). Ora saliamo a destra e, al di sopra della parete, svoltiamo a sinistra – aste e fune – andando su terreni meno ripidi e, sempre diritti, al vicino Rifugio Sesvenna, 2250 m, 2 ore circa (aperto durante la stagione sciistica; altrimenti locale invernale aperto). Dal Rifugio Sesvenna saliamo alla Forcella Sesvenna, 2824. A destra della forcella saliamo in moderata pendenza allo Schadler, 2948 m. Scen- diamo lungo l’ampio dorso in direzione del Piz Rims fino al punto più basso, 2904 m. Lungo il ripido costone saliamo alla sella, 3020 m, poco prima del Piz Rims. Saliamo brevemente verso destra senza sci alla vetta e poi riscendiamo. Proseguiamo in piano in direzione ovest, superando due piccole depressioni in cresta, fin sotto la stretta (e spesso ricoperta da cornici di neve) cresta di sudest del Piz Cristanas. La percorriamo fino al punto più elevato (omino di pietra, ca. 20 min. dal Rims).

Discesa: ci sono due possibilità:
a) scendiamo lungo l’ampio costone di nordovest in una spianata dello stesso, 2950 m e, sempre sciando lungo il costone proseguiamo per la Forcella Cornet, 2853 m;



b) se il costone è senza neve scendiamo diritti lungo il ripido versante ovest e, in lunga traversata a destra, ci portiamo alla Forcella Cornet. Da qui andiamo a destra e, passando per un avvallamento, ci portiamo su una spianata, 2660. A destra della stessa entriamo nella spianata successiva, 2550 m. Da qui scendiamo a sinistra della gola fino a una piana, 2430 m. Passando per una breve erta arriviamo su un cocuzzolo, 2280 m. Dietro lo stesso ci dirigiamo in linea diagonale a sinistra al grande blocco roccioso del “Gross Lager”, 2157 m, a fondovalle. Salita al Passo Slingia ca. un’ora e discesa al rifugio.



In condizioni sicure discesa alternativa dal Piz Rims al Passo Slingia. Dal punto più basso, 2094 m, tra lo Schadler e il Piz Rims, scendiamo diritti lungo il versante est, poi andiamo a sinistra nel catino e, a destra, al Passo Slingia e al rifugio.

Inizio dell'itinerario

A Slingia

Arrivo dell'itinerario

A Slingia

Specificazione

Orientamento: nord – est – nord
Diff. sciistica: moderata
Diff. alpinistica: moderata
Consigliata la piccozza.

Parcheggio

Parcheggio all'ingresso del paese oppure al centro di sci di fondo.

Trasporto pubblico

Con il treno fino a Malles e con l'autobus fino a Slingia.

Arrivo

Attraverso la val Venosta fino a Burgusio. Da li in valle Slingia fino al paese di Slingia.

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Alloggi consigliati

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    Luis Pichler

    Die Fotos sind super-gutes Auge

Mangiare & Bere

Natura

Cultura

Altrui

Alla Homepage