I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Escursionismo

Arrampicata

Bici

Inverno

Passeggiare

Corsa

Natura

Cultura

Alloggi

Mangiare & Bere

Shopping

Wellness & SPA

Guida escursionistica

Utilità

Pagina precedente
ritorna

Punta Bianca (Hoher Weißzint)

Selva dei Molini Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Punta Bianca (Hoher Weißzint)

Tour Hauptmerkmale

  • Durata
    5:30 h
  • Distanza
    13.8km
  • Dislivello
    1660 m
  • Dislivello
    1660 m
  • Altitudine Max
    3362 m
Stupenda escursione primaverile e tardo-primaverile tra il Gran Pilastro e il Mesule

Itinerario


Salita:
lungo la diga portarsi sull’altra sponda del lago, costeggiandola sulla strada fino al rio che esce dalla Valle della Pipa (Pfeifholdertal). Per il ripido sentiero estivo raggiungere il margine del bosco. Senza particolari difficoltà si risale la valle sino a sotto il Rif. Ponte di Ghiaccio (Edelrauthütte). Salire l’ampio pendio a destra dapprima diritti, poi in obliquo a destra; a circa 2800 m si piega a sinistra, portandosi su un piccolo altipiano. Per ampi avvallamenti e dossi si sale in moderata pendenza alla Forcella Alta di Punta Bianca (Obere Weißzintscharte, 3183 m). Da qui si raggiunge la parte superiore della Vedretta del Gran Pilastro. Abbastanza in piano, molto sotto la cresta di sudovest della Punta Bianca (Hoher Weißzint), si traversa fino ad un avvallamento (attenzione: crepacci!). Risalire l’avvallamento in forte pendenza guadagnando una spalla a destra della cima. Poi avanti a sinistra lungo un dosso, fino a qualche metro sotto la croce di vetta (qui si lasciano gli sci), che si raggiunge a piedi. Se la traccia è buona si può anche salire (pendenza notevole!) direttamente in diagonale dalla Forcella A. di Punta Bianca alla sella sotto la cima. Discesa per l’itinerario di salita; il tratto inferiore della Valle della Pipa lo si può percorrere scendendo direttamente al lago lungo il primo o il secondo canalone.

Inizio dell'itinerario

Diga del Lago di Neves (1860 m)

Arrivo dell'itinerario

Diga del Lago di Neves (1860 m)

Specificazione

Esposizione: est – sud – ovest
Difficoltà sciistica: media
Difficoltà alpinistica: media; raccomandati i ramponi

Parcheggio

Parcheggiare presso la diga del Lago di Neves (1860 m)

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Brunico in Val Pusteria dirigersi verso la Valle Aurina. Arrivati a Molini di Tures seguire per Lappago e proseguire fino al Lago artificiale di Neves; ca. 30 km. Attenzione: il tratto Lappago – Lago di Neves (4 km) è percorribile dalle vetture solo dopo il 1° maggio

Valutazione dell'itinerario

Condizione
Tecnica
Avventura
Paesaggio

Tab per le foto e le valutazioni

  • Dummy Avatar

    Ricccardo Carbone

    relazione: http://girovagandoinmontagna.com/gim/index.php?topic=7407.0

Natura

Alla Homepage