I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Piz Sielva

Stelvio
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Piz Sielva

Attraverso la malga Stilves il tour conduce in salita sul Piz Sielva nella zona del l'Ortles

Itinerario


Andiamo al maso e accanto allo stesso saliamo lungo una stradina che ci porta alla strada di malga proveniente da destra, che seguiamo a sinistra entrando nell’ampia valle.
Lasciamo la Untere Stilfser Alm (malga) sulla destra e andiamo fin sotto un grande, ampio pendio. Lo risaliamo lungo un dorso appena pronunciato e ci portiamo su un terrazzamento piano del terreno, 2270 m. Proseguiamo attraverso un avvallamento in diagonale verso destra entrando in una piccola conca, 2620 m. Da qui saliamo a sinistra fino ai piedi del crinale destro e poi entriamo in una depressione piatta. La attraversiamo tutta in direzione sud e poi ci dirigiamo al punto più elevato del crinale, che si trova leggermente spostato a sinistra.
Discesa per la via di salita. In buone condizioni d’innevamento, dopo il primo tratto della strada di malga, possiamo anche scendere a destra in ripidissima pendenza per un bosco rado fino al ponte prima del parcheggio.

Inizio dell'itinerario

Maso Valatsches (1690 m)

Arrivo dell'itinerario

Maso Valatsches (1690 m)

Specificazione

Tempo d’ascesa: 3 1⁄2 ore
Pericolo valanghe: frequente
Orientamento: est

Parcheggio

Piccolo parcheggio (max. 4 macchine) prima del ponte (1690 m). Nessun posto macchina al maso

Trasporto pubblico

Arrivo

Gomagoi – Prato a.S.; a ca. 1 km prima di Prato si va a sinistra lungo una strada di montagna, passando accanto al campo sportivo. Di nuovo a sinistra e poi a destra, entrando nella valle fin sotto il Maso Valatsches.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Scialpinismo nella zona dei tre confini

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Natura

Cultura