I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
ritorna

Col Quaternà, 2503 m

Comelico Sappada
medio
Aggiungi alla lista dei preferiti

Informationen zur Tour Col Quaternà, 2503 m

Questo percorso di scialpinismo classico porta sulla cima di un vulcano inattivo. Al Col Quaternà, che da una vista estesa sul mondo delle montagne dell’ambiente, si incontrano ancora trincee e fortificazioni dalla Grande Guerra.

Itinerario

Salita: Dalla cappella si segue la strada oltre la Val Digon. Nelle vicinanze della località Pian della Mola si devia a sinistra (segnaletica) e si segue la strada, che porta sulla Casera Silvella (1827 m). Sempre salendo lungo la strada e oltre alcuni tornanti si raggiunge il Passo Silvella (2329 m). Oltre una zona sempre più ripida, dirigendosi verso la croce della vetta, si raggiunge fra poco il punto più alto della salita.

Discesa: Si scende lungo l’itinerario di salita.

Indicazione: Il percorso dell’itinerario deve essere adatto alle condizioni meteorologiche. Nella foto in basso vedete un possibile percorso dell’itinerario.

Inizio dell'itinerario

Sega Digon – chiesa dedicata ai caduti, Cappella Tamai

Arrivo dell'itinerario

Sega Digon – chiesa dedicata ai caduti, Cappella Tamai

Specificazione

Dislivello: 1050 m

Orientamento: sud/est

Tempo di salita: ca. 4 ore

Attrezzatura: attrezzatura da scialpinismo normale

Parcheggio

Parcheggio vicino alla chiesa dedicata ai caduti, Cappella Tamai

Trasporto pubblico

Arrivo

Da Santo Stefano di Cadore si guida in direzione del Passo Monte Crocio. Nella località Sega Digon si lascia la strada statale. Ai prosegue oltre la località fino alla chiesa dedicata ai caduti, “Capel la Tamai”. Vicino alla chiesa si trova un parcheggio.

Valutazione dell'itinerario

  • Condizione

  • Tecnica

  • Avventura

  • Paesaggio

Copyright

Lena Lechthaler

Alloggi consigliati nelle vicinanze del tour

Tab per le foto e le valutazioni

Dove dormire