I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni

Scena

Scena libera

Il nome del paese deriva probabilmente dal latino “scaenae” che significa "struttura scenografica”. Nomen est omen. La vista che si gode da Scena è incredibile: il panorama spazia da Merano, la Val Passiria, Val Venosta e la Val d'Adige. In questo caso l'etimologia è sicuramente azzeccata.

Distesa lungo i pendii a sud-ovest, Scena si stiracchia al sole e offre un clima molto simile a quello mediterraneo nonostante il territorio comunale si estenda dal confine di Merano, a circa 300 metri fino alle vette delle Alpi Sarentine. I diversi distretti di Scena si estendono quindi su più zone climatiche, dalle palme in valle, agli alpeggi montani fino alle cime innevate. Sentore mediterraneo ed alpino.

Oltre 200 chilometri di sentieri marcati attraversano i meleti e i vigneti di Scena. Le roggie irrigue i cosiddettì “Waalwege” vi condurranno da giardini mediterranei, con cipressi e oleandri fino alle torri rocciose a 3000 m di altitudine.

Nel cuore del borgo di Scena attorniato dalle case circostanti si trova l’importante castello dallo stesso nome. Un vecchio ponte conduce al portone d'ingresso e passando per le antiche carceri si giunge nel cortile del castello chè è tuttora di proprietà e residenza dei Conti di Merano. È tuttavia aperto al pubblico ed i bellissimi ambienti con arredo originale, la sala dei cavalieri, l'armeria e la galleria d'arte attirano molti visitatori.

Accanto al castello si trova il mausoleo in cui l'arciduca Giovanni e la sua famiglia si fecero seppellire. L'edificio neo-gotico è costruito in arenaria rossa e granito. Nella cripta sotterranea con soffitto a volte a crociera, sono collocati da tempi antichi i sarcofagi in marmo lucido.

Probabilmente non è sorprendente che Scena si sia trasformata negli ultimi decenni da una antica comunità rurale in una delle mete turistiche più importanti dell'Alto Adige. 80 anni fa a Merano non si trovava nessuna indicazione o cartello stradale per Scena mentre oggi questo piccolo borgo registra migliaia di visitatori.

Numerosi visitatori e nostalgici si incontrano ogni anno al tradizionale raduno di auto d’epoca "Südtirol Classic". Una coloratissima, sferragliante corsa di nobili macchine tirate a lucido. Lucentezza della vernice. Motori rombanti. Cromature che brillano al sole. 

Alla Homepage