I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
torna a Piaceri ed Ospitalità

La rivista sentres – Piaceri ed Ospitalità

Trauttmansdorff – benvenuti in primavera

Il 1. aprile è stata inaugurata la nuova stagione ai Giardini di Castel Trauttmansdorff. Più di 130 mila piante sono già in fiore

La primavera è un tripudio di germogli e boccioli in ogni angolo del giardino. Incantevoli tappeti variopinti illuminano di tulipani, narcisi, frillarie imperiali, ranuncoli, papaveri d'Islanda e nontiscordardimè i pendii e le aiuole del giardino. A richiamare sguardi ammirati, si trovano inoltre, sparsi in tutta l'area del giardino, camelie esotiche, ciliegi ornamentali giapponesi, splendidi rododendri, eleganti peonie e altri arbusti e alberi in fiore.

Il tempo straordinariamente mite permette di ammirare quest’anno una fioritura già molto avanzata. A chi volesse vivere la primavera nel suo periodo più intenso consigliamo di pianificare presto una visita ai Giardini.

Tutti i dettagli sul tema:
- i giardini di castel Trauttmansdorff su sentres.com
- il programma musicale a Trauttmansdorff

AMORE IN FIORE – L’EROS NEL MONDO VEGETALE
Ardita e giocosa, misteriosa e mistica: la mostra temporanea 2014 ci fa vedere come “lo fanno“ le piante e quali aspettative associamo ad esse noi esseri umani.
Allestita su due piani, al piano superiore la mostra illustra come i fiori possono sedurre, illudere e lavorare in team con la fauna. Con un’inaspettata raffinatezza la pianta utilizza i suoi colori, le sue forme ed i suoi profumi per conservare la propria specie.
Già da molto tempo i botanici parlano di parallelismi con la sessualità umana, che danno alla mostra una nota piccante e strapperanno un sorriso ai/alle visitatori/trici.
Questo primo ambito della mostra si presenta luminoso e colorato e conduce i suoi ospiti in un viaggio attraverso il mondo dei fiori, alla scoperta del ciclo di vita delle piante.
Il piano inferiore, invece, rapisce i/le visitatori/trici in una sfera mistica e misteriosa: le pareti nere a volte sprigionano le forze segrete delle piante ed altre volte le nascondono dietro un velo di misticismo. Le piante hanno un ruolo fondamentale nella vita sentimentale degli esseri umani: voglia e desiderio, amore e rifiuto – per ogni sfaccettatura sembra essere cresciuta un’erba apposita. Ma quali di questi aspetti sono veritieri, e cosa è invece solamente un falso mito?

TOURISEUM: IL MUSEO CHE CUSTODISCE LA PASSIONE PER IL TURISMO ALTOATESINO
Al centro dei Giardini troneggia il Touriseum, museo provinciale del turismo altoatesino, ricavato dalle sale di Castel Trauttmansdorff, residenza feriale dell’Imperatrice Elisabetta d’Austria. Il museo ospita al suo interno suppellettili e oggetti che rievocano il suo prestigioso passato legato alla principessa Sissi, in un percorso che accompagna il visitatore in un viaggio attraverso 200 anni di storia del turismo in Tirolo.
Al piano superiore del castello, gli ospiti possono ammirare le antiche stanze dove soggiornò la principessa Sissi e dove sono custoditi alcuni cimeli originali a lei appartenuti. L’imperatrice d’Austria vi dimorò più volte con le figlie e le dame di compagnia, scegliendo Castel Trauttmansdorff come luogo ideale per rilassarsi e rigenerarsi.

LA NUOVA SERRA
L’ambizioso progetto della nuova serra è un altro punto d’arrivo per i Giardini meranesi. Una cupola di vetro lunga 30 metri e alta 15 ospita al suo interno un fitto intreccio di liane e giovani alberi, una giungla di palmeti tropicali, piante di cacao, mangostano, banani e dipladenie, e custodisce nel suo terrario alcune specie viventi di animali tipiche di quel particolare ecosistema (rane toro africane, locuste del deserto egiziano, ragni giganti e insetti stecco). Progettata per ridurre l’impatto ambientale, la nuova serra ottimizza la distribuzione dell’acqua affinché si crei un ambiente ideale per lo sviluppo della vegetazione a temperatura costante e ad un livello di umidità elevato.

EVENTI 2014
Nella stagione 2014 non mancheranno i numerosi eventi, come la tradizionale “Colazione da Sissi” ogni domenica di giugno, dove gli ospiti potranno gustare un delizioso brunch nello splendido scenario del parco, allietati da musica dal vivo. Riconfermata la suggestiva rassegna “Trauttmansdorff di Sera” che ogni venerdì di giugno, luglio e agosto dalle 18 alle 23 raduna numerosi giovani attirati da buona musica sulla riva del Laghetto delle Ninfee e del Café delle Palme.
Da ricordare anche la fortunatissima kermesse musicale del “World Music Festival”, che ogni estate ospita blasonati musicisti e cantanti nazionali ed internazionali, radunando nello splendido scenario del Laghetto delle Ninfee migliaia di visitatori.

I Revolverheld aprono il variegato programma: il 29 maggio Johannes Strate e i suoi compagni saliranno sul palco per presentare il loro quarto album “Immer in Bewegung” (“Sempre in movimento”).
Il duo acustico pop Papermoon torna alle origini presentando il suo ultimo album “Lovebird” il 12 giugno. A dispetto dell'odierna musica pop leggera, i Papermoon incantano grazie alla loro voce e al suono della chitarra in modo genuino, onesto ed emozionante. Dominik Plangger è un poeta e cantante che rimane fedele a sé stesso anche nel suo terzo album “Hoffnungstur” e che sa esattamente come toccare le corde del suo pubblico. Anche lui si esibisce il 12 giugno.
Un poeta, un vagabondo, un musicista di strada: John Butler è un artista che coniuga in sé 15 anni di folk, rhythm’n’blues, bluegrass e roots rock con una freschezza moderna. Un funk disinvolto e una positiva attitudine pop contraddistinguono le sue esibizioni. Il Trio si esibirà live sul palco dei Giardini il 17 luglio.
Grazie alla colonna sonora un po' sognante e un po' nostalgica de "Il favoloso mondo di Amélie", Yann Tiersen ha dato avvio alla sua grande carriera, che nel 2003 ha confermato con “Goodbye, Lenin!”, uscendo dai consueti canoni della scena musicale e realizzando nelle sue composizioni il personale universo melodico. Il 26 luglio, l’artista presenterà ai Giardini il suo nuovo album “Infinity”.
Il cantante e compositore catanese Mario Biondi si esibisce nei più importanti jazz-festivals del mondo. Il 7 agosto sarà ospite al World Music Festival ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, dove presenterà il suo nuovo album “Sun” (2013), che vive del flair internazionale e della qualità dell’artista italiano, una voce calda e sensuale da brividi.
Gran finale al World Music Festival con LaBrassBanda il 21 agosto. Con la tuba, il trombone, il basso elettrico e la batteria, i ”Men in Blech“ (Süddeutsche Zeitung) tedeschi producono musica popolare lontana da ogni popolarità e dai cliché delle Alpi bavaresi. Quello che attende il pubblico è musica per strumenti a fiato ad alta velocità con un’ampia dose di charme bavarese.

Alla Homepage