I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
torna a Storia e Cultura

La rivista sentres – Storia e Cultura

sentres.com 2013

Cosa è stato cercato e trovato, quali sono state le escursioni più amate, quale rifugio è stato la tappa prediletta dagli escursionisti e molto altro ancora.

Prima di tutto alcuni numeri. Non dicono sempre tutto e spesso forniscono anche informazioni errate ma danno pur sempre un’idea generale. Da gennaio a novembre dell’anno in corso si sono registrate 8,5 milioni di accessi alla pagina, oltre 2 milioni di visite e 1,2 milioni di veri visitatori. Un bel successo per un progetto di soli tre anni di vita. sentres.com è, infatti, online solo dalla fine di ottobre 2010.

Bisogna ammettere che la strada che ci ha condotti fin qui è stata, a tratti, anche accidentata, ma ha continuato a portarci avanti, in italiano si potrebbe paradossalmente dire che è stata…in discesa. La maggior parte dei visitatori che si affidano a noi non provengono dall’Alto Adige, come spesso erroneamente si potrebbe pensare, ma giungono prevalentemente dalla Germania e dall’Italia settentrionale e, naturalmente, anche dall’Austria e dalla Svizzera.

La hit list di sentres
- l’escursione prima in classifica: Rifugio Rodella.
- la zona escursionistica più amata: Catinaccio-Latemar
- l'alta via più gettonata: l’Alta Via di Merano
- l' itinerario MTB più ricercato: Sellaronda
- la passeggiata preferita: passeggiata Tappeiner
- l’escursione con le ciaspole più vista: Malga Lyfihütte

E da questi numeri si evince una cosa, in particolare, ovvero che il sentimento di nostalgia e passione per le montagne è ancora vivo. Escursioni, itinerari in bici, camminate con le ciaspole e sci alpinismo sono amati come non mai, la sosta per il ristoro in un rifugio è ormai un must. La tradizione altoatesina, specialmente quella gastronomica, trova un ampio consenso. Tutto ciò è molto rassicurante ma implica anche un grande impegno e una grande responsabilità per il futuro.
In internet è quasi tutto “misurabile”, lo sono anche gli accessi alla rivista sentres. Particolarmente amati sono i consigli per le escursioni, tra cui mantiene il primato l'itinerario che porta al Rifugio Rodella. I visitatori italiani, invece, prediligono, almeno virtualmente, la Valle d’Altafossa, quelli tedeschi si dirigono preferibilmente verso l’area escursionistica Catinaccio-Latemar. I visitatori italiani scelgono la Valle di Tures e Aurina, mentre gli amanti delle mountain bike cercano la Sellaronda o la descrizione italiana dell’intero percorso Dolomiti Superbike. In inverno si utilizzano le ciaspole, soprattutto per recarsi alla malga Lyfialm in Val Martello e sull’Alpe di Siusi.

Anche tra i rifugi la situazione è analoga, qui primeggia indisturbata la malga Gschnagenhardt Alm in Val di Funes. Il pernottamento tra le montagne è molto amato e l’interesse si distribuisce in maniera piuttosto omogenea, con l’unica eccezione del Rifugio Genova, scelto prevalentemente da visitatori italiani. Tra la tipologia di alloggi non si evidenzia una preferenza in particolare, che si tratti di una vacanza in agriturismo, un appartamento o un hotel quattro stelle, gli accessi sono distribuiti piuttosto equamente. La lista e il confronto dei numeri potrebbe continuare anche nell’ambito cultura e natura e, naturalmente anche shopping.
Tuttavia, in conclusione, proprio perché si tratta dell’ultima newsletter dell’anno 2013 preferiamo ringraziare di cuore tutti i visitatori e i partner di sentres, augurando un sereno periodo di vacanze e, se lo vorrete, a presto!

Alla Homepage