I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
torna a Sport ed Itinerari

La rivista sentres – Sport ed Itinerari

Rifugio Passo del Giovo e Lasta Alta - Escursione

Dal rifugio Passo del Giovo, passando per lo scarno panorama alpino, fino alla Cima poco visitata della Lasta Alta.

 Bisognerebbe essere una capretta di montagna, per poter saltellare agilmente sulle rocce e belare felicemente. Il sentiero più stretto sembrerebbe un'ampia strada, ogni salita sarebbe un super divertimento e i grandi gradini sarebbero solo un semplice attrezzo sportivo.

Le informazioni in sintesi:
- itinerario verso la Cima della Lasta Alta
- punto di ristoro: il rifugio Passo del Giovo

Per arrivare dal rifugio al Passo del Giovo fino alla Cima della Lasta Alta, non occorre essere naturalmente una capretta, il sentiero è comunque fattibile. Per gli escursionisti esperti si tratta di un percorso relativamente agevole e non particolarmente lungo. Anche l'altitudine è moderatamente contenuta. Una volta giunti sulla vetta si può godere della splendida vista panoramica, di ritorno al punto di partenza vi saranno i canederli ad attendervi. Tutto ok, quindi, perché dovremmo avere bisogno delle caprette?

Perché le caprette sono molto socievoli e divertenti, dal loro latte si può fare un ottimo formaggio, in più queste bestiole si arrampicano lungo stretti sentierini in questo paesaggio alpino, che gli escursionisti più avventurosi, naturalmente sotto la propria responsabilità (si sa che è sempre così), possono decidere di seguire. Chi siede, quindi, sulla Cima delle Lasta Alta e guarda in su verso la Cima Monte Giovo, può supporre che sulla cresta che congiunge le due vette si possano seguire le tracce delle caprette per raggiungere l'una o l'altra cima. Si può fare solo se si ha l'agilità di una capretta. Questo, però, non è un suggerimento...è solo un'idea.

Alla Homepage