I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni
torna a Sport ed Itinerari

La rivista sentres – Sport ed Itinerari

L'incontaminata Val Roja

Le statistiche a volte sono strane, a volte utili e a volte anche divertenti. Per la Val Roja una statistica meteorologica afferma che la media di neve per 201 giorni all'anno è di almeno 1 cm. Aha!

Ma non ci basta. In realtà c'è molto di più. La Val Roja si trova in quota, il piccolo borgo di Roja si trova quasi a quota 2000 metri, qui non c'è proprio da preoccuparsi che non ci sia neve.

L'altitudine ha un altro grande vantaggio. Solo dopo qualche passo si è già oltre il margine del bosco. Dopodiché solo ampi pendii bianchi e aree particolarmente adatte a praticare lo sci alpinismo fino alla vetta. Discese senza ostacoli, solo divertimento allo stato puro. Chi conosce la Val Roja, non può che amarla.

sentres vi offre una panoramica dei migliori percorsi di sci alpinismo nell'Alta Val Venosta.
La nuova guida allo sci alpinismo Skitouren im Dreiländereck (Sci alpinismo nel Dreiländereck) di Ulrich Kössler comprende anche i più bei percorsi in Val Roja. Disponibile nelle librerie e online.

L'Alta Val Venosta è rinomata per l'ampia scelta offerta agli amanti dello sci alpinismo (v. articoli di sentres), ma molti di questi percorsi sono estremamente impegnativi. Molti fra gli itinerari in Val Roja si addicono anche ai principianti. Naturalmente senza la dovuta prudenza e l'equipaggiamento adatto bisogna evitare anche il percorso apparentemente più agevole. Ma se i presupposti ci sono, gli estesi pendii della Val Roja sono il parco giochi ideale per chi si avvicina allo sci alpinismo e per gli appassionati.

Sono pochi i percorsi che superano i 1000 metri di quota. Ramponi, picconi e corda di sicurezza possono essere lasciati tranquillamente a casa. Cime con nomi poco comuni attendono gli appassionati dello sci alpinismo: alla fine della Vallunga il Rasaß, il Piz Dals Corvs sopra la Val di Grion o la Spi da Rusenna direttamente sopra il piccolo borgo di Roja. Sulla cresta fra la Val Roja e il Lago di Resia domina invece la banalità nei nomi, tra cui spiccano Cima Dieci, Cima Undici e Cima Dodici. Ma dei loro nomi alla fine le vette non ne possono nulla, la risalita però vale davvero la pena.

La Val Roja appartiene al comune di Curon Venosta e conduce dal Passo Resia fino al Gruppo di Sesvenna. La parte posteriore della valle prende il nome di Vallunga, la piccola Valle di Grion si dirama verso ovest. La Val Roja si raggiunge tramite una via d'accesso dal paese di Resia. Grazie alla sua posizione geografica e alla sua altitudine la Val Roja presenta in generale una buona presenza di neve.

Alla Homepage